ERMAL META E FABRIZIO MORO SOSPESI DAL FESTIVAL/ Domani la decisione finale (Sanremo 2018)

- Matteo Fantozzi

Nessuna squalifica per Ermal Meta e Fabrizio Moro, in gara al Festival di Sanremo 2018 con il brano “Non mi avete fatto niente”: le parole di Claudio Baglioni sulla vicenda.

ermal_meta_fabrizio_moro_non_mi_avete_fatto_niente_sanremo_2018
Ermal Meta e Fabrizio Moro

Il caso del possibile “autoplagio” di Ermal Meta e Fabrizio Moro con la loro canzone “Non mi avete fatto niente” non è dunque ancora risolto. Nel pomeriggio di mercoledì sembrava possibile la loro “assoluzione”, ma a Sanremo devono però sciogliere alcuni nodi per capire se la canzone possa o meno restare in gara. Il principale è capire se la canzone sia stata precedentemente depositata in SIAE (il ritornello viene dal brano “Silenzio” di Andrea Febo, collaboratore storico di Fabrizio Moro) e dunque ci sia stato sfruttamento commerciale del pezzo. In questo caso il regolamento è perentorio e potrebbe dunque portare alla clamorosa esclusione del duo che faceva parte della rosa dei favoritissimi per Sanremo 2018. In caso contrario, l’utilizzo del ritornello rientrerebbe in quel 30% di un brano comunque inedito, che può contenere brani o citazioni di pezzi passati ma mai utilizzati. In questo caso, Ermal Meta e Fabrizio Moro torneranno ad esibirsi sul palco dell’Ariston nella serata di giovedì 8 febbraio (agg. di Fabio Belli)

L’ANNUNCIO DELLA HUNZIKER

E’ arrivato il momento tanto atteso durante la seconda serata del Festival di Sanremo 2018 di annunciare il rinvio dell’esibizione di Fabrizio Moro ed Ermal Meta accusati di plagio con la loro canzone ”Non mi avete fatto niente”. Michelle Hunziker ha spiegato le motivazioni che già sapevamo in merito alla decisione di sospendere momentaneamente il gruppo per effettuare gli accertamenti del caso. Le sue parole però sono state rumorosamente fischiate dal pubblico che ha dimostrato grande affetto per Ermal Meta e Fabrizio Moro. Non sapremo stasera se i due saranno pronti a ricevere una squalifica oppure se saranno ancora in gara. Di certo è una delle sorprese del Festival di Sanremo 2018 anche perché in molti erano sicuri di una loro vittoria finale, tra questi c’erano anche i bookmakers che li mettevano in pole per il successo. Saranno ore molto difficili da gestire per i due artisti che sperano ovviamente di fare quello che meglio sanno fare, cioè cantare. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL PUBBLICO LI SOSTIENE

Ventiquattro mila like, quasi quattro mila commenti: sono questi i numeri del post pubblicato su Facebook da Ermal Meta pochi minuti fa. Il cantante ha deciso di rompere il silenzio sulla questione “plagio” riguardante il pezzo presentato a Sanremo con Fabrizio Moro e il pubblico del Festival di Sanremo 2018 si schiera dalla parte dei due cantanti date anche per favoriti. “Non meritate tutto ciò! In sala stampa erano a conoscenza dei brani già da un mese, non capisco perché questa polemica inutile sorga solo adesso!” si legge tra i commenti al messaggio con il quale Ermal Meta spiega la sua posizione. Una polemica sterile, è così che in molti definiscono quello che sta accadendo a Fabrizio Moro ed Erma Meta e che li ha visti sospendere dalla gara questa sera. (Aggiornamento di Anna Montesano)

I CANTANTI ROMPONO IL SILENZIO

Ermal Meta e Fabrizio Moro non si esibiranno stasera sul palco dell’Ariston: sono sospesi dal Festival di Sanremo 2018 dopo la bufera scoppiata per il caso del presunto plagio di “Non mi avete fatto niente”. La decisione è stata presa dall’organizzazione d’accordo con il direttore artistico, Claudio Baglioni. Dopo la notizia della sospensione dell’esibizione di Ermal Meta e Fabrizio Moro, il primo è intervenuto su Facebook per commentare la decisione e fare chiarezza sulle somiglianze con “Silenzio”. «Fabrizio, io e Andrea abbiamo mantenuto una parte di quella canzone per non sacrificare qualcosa di bello (cosa che abbiamo raccontato in più interviste) e tutti e tre insieme abbiamo scritto una NUOVA canzone con un significato completamente diverso. Plagiare significa copiare, ma è ASSURDAMENTE RIDICOLO considerando che Andrea Febo ha scritto con me e Fabrizio “Non mi avete fatto niente”». Dopo aver specificato che “Silenzio” non è mai stata commercializzata, Ermal Meta ha spiegato che sono molto dispiaciuti per quello che sta accadendo: «Non siamo venuti al festival a prendere in giro la gente, ma per abbracciarla. Siamo sicuri che tutto andrà per il meglio». (agg. di Silvana Palazzo)

UFFICIALE: SALTA L’ESIBIZIONE DI STASERA

Colpo di scena prima della seconda serata del Festival di Sanremo 2018: Ermal Meta e Fabrizio Moro sono stati sospesi dalla gara “in attesa di approfondimenti”. Lo ha fatto sapere l’organizzazione Rai nel pomeriggio di oggi. Stasera dunque il duo non salirà sul palco dell’Ariston, ma al loro posto si esibirà Renzo Rubino, estratto a sorte alla presenza di un notaio. «L’organizzazione, d’accordo con il direttore artistico Claudio Baglioni, ha deciso di sospendere l’esibizione dei due artisti prevista per questa sera». Nella conferenza stampa di questa mattina il capostruttura Rai Claudio Fasulo aveva fatto sapere che Ermal Meta e Fabrizio Moro sarebbero rimasti in gara, poi il passo indietro del direttore di Raiuno Angelo Teodoli al termine della conferenza stampa. «Dateci il tempo di valutare tutte le cose», aveva detto. Quindi la decisione che scuote la kermesse canora sanremese. (agg. di Silvana Palazzo)

LO STAFF DI ENTRAMBI, “SONO TRANQUILLI!” 

Durante la conferenza stampa dell’ora di pranzo la conferma: Ermal Meta e Fabrizio Moro non saranno squalificati dal Festival di Sanremo 2018. Dopo l’intervento massiccio da parte dei giornalisti presenti in sala, la Rai ha deciso di rimandare la decisione al pomeriggio. Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai1, ha comunicato che il duo di cantanti in gara non verranno eliminati dalla competizione musicale: “Il campionamento e lo stralcio” sono contemplati dal regolamento, ribadisce Fasulo. Poi spiega che non si tratta di un plagio ma di una rielaborazione, inoltre: “c’è il fattore importante rappresentato dal fatto che nel regolamento è prevista la possibilità di prendere fino ad un terzo”. Baglioni afferma di volere aspettare notizie più certe e dopo i dubbi della stampa, il vicedirettore sostiene che il caso verrà rimandato al pomeriggio per avere maggiori certezze. I due cantanti in gara nel frattempo, non hanno proferito parola anche se lo staff di entrambi ha fatto sapere che i potenziali vincitori di questa edizione sono tranquilli e non hanno paura di venire eliminati. Nel frattempo stasera, dopo i dieci Big, debutteranno anche quattro Nuove Proposte e via per un’altra serata in musica! (Aggiornamento di Valentina Gambino)

“NON E’ UN PLAGIO”

Ermal Meta e Fabrizio Moro non saranno squalificati. La gara prosegue per i due cantautori ma, verosimilmente, se all’inizio potevano essere i vincitori indiscussi di Sanremo 2018, adesso le possibilità, dopo questo polverone, sembrano diminuire.  Il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo, dopo i rilievi emersi nel corso della conferenza stampa, precisa che “in base agli elementi emersi, saranno fatte con l’ufficio legale della Rai ulteriori valutazioni”. Inizialmente però, sempre in conferenza stampa aveva affermato che non vi era alcuna scoop sulla questione: “Non è un plagio. L’autore è lo stesso e aveva dichiarato la riedizione di un suo brano, nel regolamento inoltre è possibile campionare anche canzoni non proprie per un massimo del 30%. Meta e Moro sono quindi in gara. Non c’è il rischio di eliminazione”. Anche Baglioni si è espresso a tal proposito, svelando di non avere sentito telefonicamente nessuno dei due artisti: “Da ciò che ho capito non è un plagio ma una autocitazione di un brano già composto qualche anno fa”. Il dietrofront della Rai però, attualmente non è stato apprezzato dal pubblico web. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

IL VIDEO SPOPOLA

Ermal Meta e Fabrizio Moro tornano ad esibirsi nella seconda serata del Festival di Sanremo 2018 con il brano “Non mi avete fatto niente”. Per i due cantautori è stato scongiurato il rischio squalifica per la gioia di tutti i fans, pronti a portarli alla vittoria finale. Il brano piace davvero a tanti e il video ufficiale, pubblicato su You Tube da sole undici ore ha già portato a casa 80mila visualizzazioni conquistando il quarto posto sulle tendenze della piattaforma. Ancora meglio ha fatto il video della Rai con il debutto di Ermal Meta e Fabrizio Moro a Sanremo 2018 piazzandosi al primo posto in tendenza con 451mila visualizzazioni. Fabrizio Moro, poco fa, su Instagram, ha pubblicato un piccolo estratto del videoclip ufficiale preferendo non commentare il caso che si è sviluppato intorno al brano. I fans, nel frattempo, dopo aver ascoltato le parole di Claudio Baglioni (leggete in basso), si sono schierati con i loro beniamini. “Qualcosa di spettacolare, brividi”, “questa notizia è stata pubblicata solo per buttare fango su due cantautori validissimi, che meritano di vincere”, “per me avete già vinto”, “Mi dispiace per tutto quello che state passando in questo momento, non ve lo meritate. Siamo con voi”, “Avete fatto un capolavoro, canzone e video da brividi.. Siamo con voi!!!? “Oltre tutto, oltre la gente”, scrivono i fans. Cliccate qui per leggere tutto (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

NESSUNA SQUALIFICA PER ERMAL META E FABRIZIO MORO

Nessuna squalifica per Ermal Meta e Fabrizio Moro. I due cantautori restano in gara con il brano “non mi avete fatto niente” intorno al quale è nato un vero e proprio giallo. Il ritornello della canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro richiama quello di Silenzio, brano scritto da Andrea Febo che, con Meta e Moro ha firmato il brano sanremese. A chiarire la vicenda, in conferenza stampa, è stato Claudio Baglioni che ha chiarito come non ci sia assolutamente un plagio ma un richiamo di una canzone scritta dallo stesso autore. “Non ho sentito né Fabrizio né Ermal. Non è un plagio, ma un’auto-citazione di un brano di qualche anno fa. Non sono in grado di dirvi se esista un organismo in grado di sanzionare episodi del genere. Mi sembra di ricordare che ci fu un evento simile, qualche anno fa. Non so in che modo la cosa verrà portata avanti, e con quale analisi”, ha spiegato il direttore artistico. Sulla vicenda, richiamando il regolamento del Festival di Sanremo, ha parlato anche il vicedirettore di Raiuno Claudio Fasulo: «Non è un plagio, non è uno scoop. Nel regolamento è prevista la possibilità di campionare altri brani per una percentuale sotto il 30%. Il brano per noi è nuovo a tutti gli effetti e a noi era noto. La canzone non si trova sul sito della Rai perché il legale dell’autore ha fatto appello al “diritto all’oblio”, cioè alla possibilità di cancellare dal web il link collegato al brano». I fans di Ermal Meta e Fabrizio Moro, dunque, possono stare tranquilli: i due cantautori restano in gara e super favoriti per la vittoria finale (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

LA RISPOSTA DI ERMAL META

Non esiste un Festival di Sanremo senza la sua polemica e così durante la prima serata di Sanremo 2018 è esploso il caso di Ermal Meta e Fabrizio Moro la cui canzone “non mi avete fatto niente” presenta un ritornello molto simile a quello di “Silenzio”, canzone presentata a Sanremo Giovani 2016 da Ambra Calvani e Gabriele De Pascal. I fans, preoccupati per il rischio squalifica, chiedono spiegazioni ai due cantautori che, come da pronostico, sono risultati tra i più graditi della serata piazzandosi nella zone blu della classifica. A rispondere a tutti i rumors di queste ore è Ermal Meta che, su Twitter, ha ritwittato un messaggio di Massimiliano Longo, direttore e ideatore di ALL MUSIC ITALIA che ha scritto: “Il brano di @MetaErmal e @FabrizioMoroOff #NonMiAveteFattoNiente non è un plagio. In tutte le interviste rilasciate a Sanremo i due hanno spiegato con chiarezza che il ritornello era già esistente e che il pezzo si è sviluppato da quel ritornello di Febo”. Il rischio squalifica, dunque, è scongiurato? Si attendono sviluppi (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

I FANS CHIEDONO SPIEGAZIONI

Ermal Meta e Fabrizio Moro restano i favoriti per la vittoria finale del Festival di Sanremo 2018, almeno fino a quando non ci saranno sviluppi sul caso scatenato dalla loro canzone “Non mi avete fatto niente”. I due cantautori, dopo il giallo scoppiato in sala stampa dopo l’ascolto del loro brano, non hanno ancora rilasciato dichiarazioni in merito. Sui profili Instagram di entrambi, infatti, l’ultimo post riguarda il codice con il televoto. I fans, però, al settimo cielo per averli entrambi in gara e in coppia a Sanremo 2018, chiedono spiegazioni. Molti utenti, prima di commentare quanto sta accadendo, hanno ascoltato anche Silenzio, il brano scritto da Andrea Febo che ha anche collaborato al testo di Non mi avete fatto niente insieme ad Ermal Meta e Fabrizio Moro trovando molte analogie sia dal punto di vista musicale che del testo. “Io vi darei anche per vincitori…ma dopo aver sentito la versione originale, con stessa musica e parole addirittura mi sono cadute le braccia! Aih ahi l’autore ha riproposto lo stesso brano, mancanza di fantasia?? seguo gli sviluppi!” – scrive un’utente mentre altri chiedono a Fabrizio Moro ed Ermal Meta di rompere il silenzio e spiegare cosa sta succedendo – “parlate, che fine avete fatto?”, “date delle risposte perché noi vi vogliamo in gara”. La verità, probabilmente, verrà a galla nel corso della conferenza stampa odierna. Cliccate qui per leggere tutti i commenti (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

RISCHIO SQUALIFICA PER ERMAL META E FABRIZIO MORO

E’ giallo a Sanremo 2018 per la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro. Il brano “Non mi avete fatto niente” che, nella classifica provvisoria, si è piazzato ai primi posti, è a rischio squalifica. La canzone, infatti, presenta un ritornello simile a quello contenuto in “Silenzio”, brano presentato da Ambra Calvani e Gabriele De Pascal a Sanremo Giovani 2016. In “Silenzio”, il ritornello recita: “Non mi avete tolto niente, non avete avuto niente, questa è la mia vita che va avanti oltre tutto e oltre la gente”. Ermal Meta e Fabrizio Moro, invece, cantano: “Non mi avete fatto niente, non mi avete tolto niente, questa è la mia vita che va avanti, oltre tutto, oltre la gente”. Non si parla, tuttavia, di plagio perché l’autore di Silenzio è Andrea Febo, co-autore anche di “Non mi avete fatto niente” insieme ad Ermal Meta e Fabrizio Moro. Tuttavia, il regolamento del Festival di Sanremo vuole che le canzoni siano inedite. In particolare, il regolamento dice che si intende inedita “La canzone che, nell’insieme della sua composizione o nella sola parte musicale o nel solo testo letterario (fatte salve per quest’ultimo eventuali iniziative editoriali debitamente autorizzate), non sia già stata pubblicata e/o fruita, anche se a scopo gratuito, da un pubblico presente o lontano, o eseguita o interpretata dal vivo alla presenza di pubblico presente o lontano”. Inoltre si precisa che un brano può comunque contenere stralci di canzoni già edite purchè non superino un terzo dell’intera canzone e non abbiano arrecato proventi. Oggi, dovrebbe arrivare la sentenza sul caso scoppiato ieri, dopo la prima serata. Il Festival di Sanremo 2018 dei favoritissimi Ermal Meta e Fabrizio Moro rischia di finire? (Aggiornamento di Stella Dibenedetto).

NON MI AVETE FATTO NIENTE TRA I FAVORITI PER LA VITTORIA FINALE

L’attesa per il pezzo di Ermal Meta con Fabrizio Moro è finita. Il brano potrebbe essere uno tra i favoriti per la vittoria finale. Inoltre si può inserire tranquillamente anche tra quelli che potrebbero potenzialmente vincere il premio della critica. Per quanto riguarda il testo il riconoscimento è molto più probabile. I due artisti sono arrivati a Sanremo formando questa coppia inedita che ha suscitato molta curiosità. Non si conoscevano direttamente anche se ovviamente si conoscevano come colleghi dal punto di vista artistico. Si sono incontrati in un momento complesso della carriera ma anche gonfio di soddisfazioni. Forse è proprio questo l’ingrediente perfetto per partorire cose buone come questa bellissima canzone. Un duetto azzeccato con un testo impegnato e per niente banale. L’argomento è difficilissimo: il terrorismo. Rischiare di cadere nel pressappochismo con una canzonetta era un problema che è stato brillantemente evitato. Entrambi avevano in programma una serie di concerti e nei due cantautori, come in molti altri personaggi dello spettacolo, la domanda su come andare avanti dopo fatti terribili come gli attentati di Nizza o quello di Manchester è balzata alla mente con prepotenza. In questa canzone la risposta che viene fornita è riassumibile nel titolo:

Non mi avete fatto niente. Ermal Meta e Fabrizio Moro si sono presentati sul palco elegantissimi, rigorosamente con vestito nero, Meta più di classe e Moro più casual. L’abito dimostra questa differenza tra i due anche nell’espressività, con il cantautore di origini albanesi che risulta più riflessivo mentre il cantautore romano è maggiormente istintivo e grintoso.

ERMAL META E FABRIZIO MORO, PRESTAZIONE SUBLIME

La prestazione canora è sublime e la reazione del pubblico si è fatta sentire calorosamente. L’inno non è solo ad andare avanti ma anche a ribadire il concetto che la paura può essere vinta con l’attaccamento alla vita. I due artisti dimostrano di avere talento da vendere e contenuti da portare avanti con passione. In questa canzone c’è tutto: religione, rabbia ma anche ragionevolezza. Alla fine è proprio la consapevolezza che qualcosa sia cambiato davvero a farla da padrone. Ma c’è anche un forte richiamo a dissociarsi da qualsiasi forma di vendetta, da qualsiasi inutile guerra in nome del pacifismo o della democrazia. Il mondo è più forte e si rialza sempre col sorriso. Quel sorriso è l’espressione di un bambino, di una nascita, di una nuova voglia di ripartire. La musica in questa dimensione di riscatto gioca un ruolo determinante. Sanremo ci ha sempre abituato a sorprese incredibili. Però questa canzone sembra destinata ad andare lontano.

Suona bene, quasi come una ballata folk che tuttavia racchiude queste parole piene zeppe di significato e attualissime. Ermal Meta ha quel fascino misterioso e quella capacità di sprigionare significato che è dirompente. Fabrizio Moro ha il calore e l’energia che completano la coppia in maniera veramente egregia. Il pezzo potrebbe davvero ambire alla vittoria finale anche se l’Ariston talvolta avvantaggia la melodia più commerciale. Forse potrebbe essere l’unico ostacolo per il podio. Ci si aspetta molto dal brano anche in radio proprio per la discreta orecchiabilità del pezzo. La canzone è stata apprezzata dal pubblico di tutte le età. L’applauso è stato un chiaro segnale di condivisione anche e soprattutto per i contenuti espressi.

CLICCA QUI PER IL VIDEO DELL’ESIBIZIONE DI “NON MI AVETE FATTO NIENTE” DI ERMAL META E FABRIZIO MORO (PRIMA SERATA)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori