VALERIO SCANU/ Ancora su “Zia Mary” De Filippi: “Faceva finta di essermi vicina…”

- Emanuela Longo

Valerio Scanu, dai pregiudizi nei suoi confronti in qualità di ex concorrente di un talent al rapporto con Maria De Filippi nella nuova intervista al settimanale Spy.

valerio_scanu_2017
Valerio Scanu

L’anteprima dell’intervista che Valerio Scanu ha rilasciato al nuovo numero del settimanale Spy (da domani in edicola) ha riacceso la vecchia polemica che vede da tempo l’artista contrapposto alla sua ex mentore, Maria De Filippi. E, nel corso di una delle presentazioni del suo libro, “Giuro di dire la verità – Dalla A alla Zia Mary”, edito da Ultra Editora, il 27enne originario de La Maddalena è tornato sull’argomento, parlando proprio di quella “Zia Mary”, nomignolo col quale chiama la moglie di Maurizio Costanzo. La sua riflessione parte soprattutto dall’aspetto umano della vicenda e riguarda soprattutto il suo ritorno dall’Isola dei Famosi: “Lei faceva finta di essere vicina ma non si poneva nemmeno in maniera distante e questo mi faceva incavolare” ha detto Scanu, precisando che lui preferisce maggiormente delle persone hanno deciso di mantenere una certa distanza e che rimangono coerenti con questo aggiornamento. “Non penso ci possa essere un rapporto dato che secondo me Maria De Filippi non è abituata a tornare sui propri passi” continua il cantante, spiegando che quando ha cercato un chiarimento con lei, la risposta della conduttrice è stata del tipo “Potrei smontarti parola per parola, ma non serve”, cosa che a Scanu non è piaciuta. Ad ogni modo, l’artista chiude questa parentesi culminata col ricorso alle vie legali ricordando che in quel periodo la partecipazione al reality show di Canale 5 è stata una “esperienza positiva” di cui non si pente affatto. (agg. di R. G. Flore)

VALERIO SCANU, “IO VITTIMA DI PREGIUDIZI”

E’ tempo di tornare in pista in grande stile per Valerio Scanu, volto amatissimo del panorama musicale italiano ma anche del piccolo schermo. Dopo aver partecipato al talent show per eccellenza, Amici di Maria De Filippi, classificatosi secondo nell’edizione vinta da Alessandra Amoroso, e dopo aver trionfato al Festival di Sanremo nel 2010 con il brano Per tutte le volte che…, Scanu non si è affatto fermato. Avvincente la sua partecipazione al programma di Carlo Conti, Tale e Quale Show, fino a tentare anche l’avventura di scrittore. Dal 15 marzo scorso, infatti, Valerio è nelle librerie con la sua autobiografia dal titolo “Giuro di dire la verità – dalla A alla Zia Mary”. Il giovane talento ha deciso di recente di aprire il suo cuore al settimanale Spy, con una interessante intervista che sarà possibile trovare integralmente da venerdì 23 marzo nel nuovo numero in edicola. Nell’intervista Valerio Scanu ha parlato a lungo delle conseguenze che sono derivate dalla sua partecipazione ad Amici, a partire dal pregiudizio che ne è conseguito, in un periodo in cui il talent veniva visto con snobismo, “Quando esci da un talent, insieme a tutti i pregiudizi del caso, ti etichettano come un raccomandato. Lo hanno detto quando mi hanno preso a Sanremo, quando sono andato a “Tale e quale show”, idem a “L’Isola dei famosi””, ha raccontato. La questione legata al pregiudizio, l’artista sardo l’aveva ripresa anche nel corso della trasmissione Sabato Italiano, in una intervista a Eleonora Daniele della scorsa settimana nella quale aveva spiegato, ribadendo il medesimo concetto: “Io vengo da un talent in un periodo in cui c’era già un pregiudizio artistico, quindi sono abituato”.

VALERIO SCANU, GLI IMPEGNI EXTRA MUSICALI

Nel suo libro c’è spazio anche per la “Zia Mary”, Maria De Filippi. “Ne parlo perché ci tenevo a fare chiarezza su alcuni punti, ma è un argomento passato per me. Ormai tra noi non c’è più alcun rapporto, si parlano gli avvocati e c’è un’azione legale in atto. Io credo di aver espresso sempre la mia opinione con decoro ed educazione, ma questo non è stato apprezzato”, ha ammesso Valerio Scanu. Spazio quindi al battibecco che lo vide protagonista con Fabri Fibra, in seguito ad alcune strofe offensive nei suoi confronti ed alla causa vinta contro il rapper. Scanu ha smentito l’ipotesi di un duetto insieme. In merito ai suoi piani extra artistici, il cantante ha raccontato a Spy di aver aperto nel 2014 un negozio di abbigliamento dal nome Dalida, come il suo mito, e poi lo scorso anno anche un salone di bellezza. “Ho uno staff con delle persone che ci lavorano, ma nel tempo libero anche io metto mano alle capocce dei clienti”, racconta, vivendolo come se fosse un suo hobby. Ma ovviamente non ha smesso affatto di dedicarsi alla musica. Nella sua ospitata dello scorso 17 marzo a Sabato Italiano, il ragazzo aveva affrontato anche un altro argomento molto delicato, quello relativo al suo mancato coming out spiegando: “Ognuno è libero di fare quello che vuole e di amare chi vuole. Non sempre si è pronti per dire certe cose. Se io sono pronto? Sono sempre pronto… a proteggere chi amo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori