NCIS Los Angeles 9/ Anticipazioni del 14 aprile 2018: il ritorno di Joelle mette in crisi Callen?

- Morgan K. Barraco

NCIS – Los Angeles 9, anticipazioni del 14 aprile 2018, in prima Tv assoluta su Rai 2. Joelle ritorna per chiedere aiuto a Callen, ma viene rapita. 

ncislosangeles_facebook_2017
NCIS - Los Angeles 8, in prima tv su Rai 2

NCIS – LOS ANGELES 9, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI

Nella prima serata di oggi, sabato 14 aprile 2018, Rai 2 trasmetterà un nuovo episodio di NCIS – Los Angeles 9, in prima Tv assoluta. Sarà il 9°, dal titolo “Fidarsi è bene“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: Hetty (Linda Hunt) si trova ancora prigioniera dei vietnamiti, che intendono sottoporla a torture particolari. Intanto, Deeks (Eric Christian Olsen) e Kensi (Daniela Ruah) incontrano la madre del primo, che decide di presentarsi al locale con il suo personal trainer. Deeks ovviamente non fa che pensare alla scena scabrosa che ha visto tempo prima fra la madre e il suo amante e decide di schivare anche la fatidica domanda sul matrimonio. Prima che riescano ad andarsi con una scusa poco plausibile, la madre di Deeks ricorda a Kensi che non deve attendere le nozze per poter avere dei figli. La squadra viene informata poi di un caso in corso, ma Sam (LL Cool J) non è presente. Callen (Chris O’Donnell) infatti ricorda solo in quel momento che è il primo anniversario della morte della moglie. Hidoko (Andrea Bordeaux) informa il resto del gruppo dell’attentato ad un gruppo di clandestini avvenuto nelle ultime ore, anche se non è chiaro se l’indagine possa essere dell’NCIS. Prima di mettersi al lavoro, Callen decide di raggiungere l’amico a bordo della sua barca, dove lo trova del tutto ubriaco. Kensi trova invece sulla scena del crimine un giovanissimo clandestino, che è riuscito a nascondersi durante la sparatoria. Mosley (Nia Long) riesce a capire durante il loro incontro che gli aggressori non erano messicani, ma nulla di più. Data la gravità del caso, il Dipartimento di Difesa decide di inviare uno specialista nelle missioni di recupero: Sidney (Ashley Spillers). Si scopre così che si tratta della sorella maggiore di Nell (Renée Felice Smith). Intanto, Sam e Callen si avvicinano al confine per scoprire qualcosa di più sull’auto che gli aggressori hanno usato per fuggire e riescono a salvarsi all’ultimo momento dall’esplosione dell’ordigno che si trova a bordo. Nel frattempo, Nell inizia a provare un forte fastidio per avere la sorella nel quartier generale, lamentandosi con Eric di come abbia sempre manipolato la sua vita. Si scopre in seguito che il gruppo di criminali potrebbe aver superato il confine per un noto terrorista Ahmed Han Asakeem (Sammy Sheik), che afferma tuttavia di non sapere nulla di una presunta missione di recupero. Kensi però non gli crede e decide di interrogarlo di persona, senza mezzi termini, Nel frattempo, Eric riesce a risalire a due auto e in collaborazione con Sidney individua un sospettato, un volto noto per la Sicurezza. Callen ed il resto della squadra invece decidono di sfruttare Hasakeem per convincere i clandestini ad incontrarli per una finta compravendita. Mentre Sam distrae Fazan Kamsour (Karan Oberoi), Callen e Hidoko riescono ad eliminare uno dei suoi complici. Quest’ultimo viene sfruttato per fare le dovute pressioni a Kamsour, che subito dopo esplode mentre si trova a bordo di un furgone. Quella sera, Mosley rivela a Sam di avere un figlio della stessa età del suo e di non sapere dove sia finito con il padre. Nel frattempo, Callen si introduce di nascosto nella villa di Hetty e trova il suo vecchio commilitone. Hetty invece viene rinchiusa in una cella dopo aver cercato di fuggire.  

ANTICIPAZIONI DEL 14 APRILE 2018, EPISODIO 9 “FIDARSI E’ BENE”

Callen scopre che all’interno dell’appartamento c’è una sconosciuta e solo dopo averle puntato la pistola contro si accorge che il suo volto è conosciuto. Si tratta infatti della sua ex fidanzata Joelle, con cui ha avuto un rapporto turbolento alcuni anni prima. Joelle chiede subito a Callen di aiutarla con una questione spinosa, da cui sembra non riuscire ad uscire. L’ex fidanzato però le suggerisce di rivolgersi ai suoi ex colleghi della CIA, dato che è rimasta in contatto con diverse persone dell’agenzia. La donna di contro afferma di non lavorare per i federali da diversi mesi e che hanno deciso di non riconoscerla come alleata. Rivela solo in un secondo momento che un gruppo di criminali l’ha presa di mira per ottenere le informazioni in suo possesso e che ha dovuto collaborare per non mettere la famiglia in pericolo. Anche se Callen non crede ad una sola parola di quello che dice, si metterà alla ricerca di Joelle non appena verrà rapita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori