STRISCIA LA NOTIZIA/ Rajae Bezzaz festeggia il ritorno del cinema in Arabia Saudita

- Elisa Porcelluzzi

Questa sera, venerdì 20 aprile, alle 20.40 su Canale 5 va in onda una nuova puntata di Striscia la notizia con Ficarra e Picone. In studio anche le veline.

ficarra_picone_striscia
Ficarra e Picone conducono Striscia la notizia

Questa sera, venerdì 20 aprile, alle 20.40 su Canale 5 va in onda una nuova puntata di Striscia la notizia, il tg satirico di Antonio Ricci, condotta da Ficarra e Picone. Ieri sera Striscia ha incassato una nuova sconfitta registrando una una media di 4.542.000 spettatori con uno share del 18.43%. Su Rai 1, invece, I Soliti Ignoti – Il Ritorno ha ottenuto 4.970.000  spettatori con il 20.28% di share. In attesa dei nuovi servizi di questa sera, l’inviata Rajae Bezzaz ha festeggiato il ritorno del cinema in Arabia Saudita dopo 35 anni: “Andare al cinema qui in Italia è una scelta che facciamo senza darci nessun peso… perché di cinema c’è ne sono tantissimi e di tutti i tipi in questo meraviglioso paese. Pensate che le mie sorelle in Arabia Saudita che hanno la mia stessa età non ne hanno mai visto uno perché sono assolutamente fuorilegge… fino a ieri! Stamattina voglio congratularmi con chi ha contribuito a far si che dopo 35 anni si riaprisse la prima sala cinematografica in Saudi e con possibilità di accesso anche alle donne! Yallah festeggiare alla grande! Well done! Arabia Saudita welcome to the world of fun!”, ha scritto l’inviata sulla sua pagina Facebook. Il primo film proiettato è stato “Black Panther”. 

Striscia la notizia torna sul canna-gate

Striscia la notizia torna a parlare del canna-gate, ma lo fa con una lettera al Foglio. Lo scorso 17 aprile sul quotidiano è apparso un articolo di Manuel Peruzzo sulla finale dell’Isola de i Famosi, in cui appariva anche il nome del papà di Striscia: “Non capiamo se concedono tutto a Antonio Ricci perché montando il caso ha fatto guadagnare tutti, da Verissimo a Pomeriggio Cinque all’Isola stessa, o se, come ci suggerisce un’amica geniale, Ricci abbia fascicoli”, scriveva il giornalista facendo riferimento all’entrata in studio di Valerio Staffelli durante la finale. “Vorremmo precisare che esistono fascicoli “segreti” e “fascicoli palesi”. Quelli su questa edizione dell’Isola dei Famosi sono fascicoli palesi, anche se c’è chi continua a negare l’evidenza nonostante le confessorie dichiarazioni di Francesco Monte in diretta e le malefemmene bruciate sul rogo come streghe”, si legge nella lettera inviata al Foglio dall’ufficio stampa del programma Mediaset. “Le prime due puntate dell’Isola andavano rifatte, e il gioco sarebbe dovuto ricominciare”, continua Striscia precisando che il canna gate è stata una violazione del regolamento del programma e che quindi Monte andava squalificato. Il comunicato si conclude con un’amara considerazione: “L’Isola dei Famosi è un reality, e dunque mostra in televisione la realtà del nostro Paese. Un Paese dove ci sono regole sempre citate ed esaltate, ma che poi alla fine non vengono mai rispettate”. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori