Ballando con le stelle 2018/ Milly Carlucci: “Se Maria m’invitasse ad Amici? Non posso, il sabato lavoro!”

- Valentina Gambino

Ballando con le stelle 2018, Milly Carlucci intervistata da Gay.it, parla del programma e della presunta compentizione: “Se Maria m’invitasse ad Amici? Non posso, il sabato lavoro!”.

Milly_Carlucci_Ballando_con_le_stelle_2017
Milly Carlucci

Questa 13esima edizione di Ballando con le stelle, si sta avvicinando alla conclusione portandosi a casa risultati di tutto rispetto. Ed infatti, il programma condotto e supervisionato da Milly Carlucci, spesso e volentieri ha vinto la gara degli ascolti TV battendo la concorrenza del serale di Amici, in onda su Canale 5 e condotto – come sempre – da Maria De Filippi. Il format è rimasto lo stesso di sempre ma la conduttrice ha voluto premiare le esibizioni mettendo da parte le polemiche. Se la Carlucci ha evidenziato il talento e le vere battaglie della vita (Gessica Notaro e Giovanni Ciacci stanno pubblicamente lottando contro il femminicidio e l’omofobia), da un altro punto di vista Queen Mary questo anno ha dato troppo spazio alla polemica e poco al talento, con allievi stonati e privi di estensione vocale ed originalità. Per Milly però, il successo di Ballando è merito di una macchina che si muove insieme e di un gruppo lavoro compatto che “cerca sempre linee di racconto, e forme di spettacolo, che evidentemente incontrano il gusto e la passione del pubblico da casa”, racconta intervistata da Gay.it.

Ballando con le stelle 2018, Milly Carlucci e la “guerra” share che fa sorridere

Per Milly Carlucci la lotta dura al punto di share in più per conquistare la vittoria non è certo così importante. Secondo lei infatti, l’autocelebrazione social di Betty Soldati (braccio destro della De Filippi) fa solamente sorridere: “La vera competizione è riuscire a migliorarsi sempre. Il punto in più, o in meno, non può determinare vittorie o sconfitte. Non è una partita di calcio. Ognuno cerca di fare un bel programma e di interessare il proprio pubblico, ma si sa: noi siamo il Paese dei guelfi e dei ghibellini, di Bartali e Coppi e creare dualismi, a quanto pare, fa parte del gioco”. Milly però ci tiene a precisare anche che da parte di Ballando non ci sia assolutamente nessuna concorrenza. “Noi facciamo il nostro lavoro con passione e siamo grati al pubblico, e a tutti quei media, che ci stanno premiando puntata, dopo puntata”, confida ancora. E se Maria De Filippi la invitasse come giudice speciale ad una puntata di Amici? La risposta è diplomatica: “Come farei? Io il sabato sera lavoro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori