TUTTI I PADRI DI MIO FIGLIO/ Su Rai 1 il film con Julia Malik (oggi, 15 giugno 2018)

- Cinzia Costa

Tutti i padri di mio figlio, il film in onda su Rai 1 oggi, venerdì 15 giugno 2018. Nel cast: Julia Malik, Heiko Ruprecht, alla regia Helmut Metzger. La trama del film nel dettaglio.

katie_fforde_tutti_i_padri_di_mio_figlio
Il film nel pomeriggio di Rai 1

ALLA REGIA HELMUT METZGER

Il film Tutti i padri di mio figlio va in onda su Rai 1 oggi, venerdì 15 giugnio 2018, alle ore 14.00. Il cast è tutto tedesco, diretto da un direttore di scena, Helmut Metzger, capace e rinomato sia in ambiti cinematografici che sul piccolo schermo di una produttività localizzata nella distribuzione quasi unicamente tedesca, negli ultimi anni promossa anche al di fuori dei confini. Nel cast spicca la presenza di Julia Malik, esponente del cinema berlinese, dalle origini turche, cresciuta in accademie importanti tedesche, amata sullo schermo televisivo per i suoi ruoli spesso da poliziotta in serie giunte sino a noi come ‘Squadra speciale Lipsia’ o ‘Squadra Speciale Colonia’, una sorta di C.S.I. tedesco di grande successo. Al suo fianco, Julia Malik si avvale della presenza di Heiko Ruprecht, forse qualcuno lo ricorderà nella commedia ‘vampiresca’ dal titolo ‘Porto mio fratello a fare sesso’ o nella serie trasmessa anche da alcuni circuiti streaming italiani ‘In aller Freundschaft – Die jungen Ärzte’ una sorta di ‘E.R.- Medici in prima linea in chiave tedesca. Ma vediamo adesso la trama del film nel dettaglio.

TUTTI I PADRI DI MIO FIGLIO, LA TRAMA DEL FILM

Siamo a New York, con i suoi colori, i suoi grattacieli, la sky-line di Manhattan che inebria lo sguardo, le vie dei ‘borroughs’ nelle quali le vite delle persone s’intersecano tra fallimenti e successi, una città abbagliante, meravigliosa, spietata nella quale vivere alle volte è difficile. In questo contesto Daniel Franklin svolge la sua opera di architetto urbano nei giardini della Grande Mela borghese, una professione che lo avvicina a quella top class americana tipica di New York. Daniel s’innamora di Karen e la coppia decide la convivenza, ma sarà il passato della donna a porsi nel centro della loro felicità, un passato che ha il volto di un ragazzino, il figlio di Karen avuto in un precedente matrimonio. Il suo nome è Luke, un adolescente come tanti, amante dell’hockey, sport nel quale è davvero dotato, portato allo studio ma con un carattere difficile in un’età altrettanto difficile. Luke non vede di buon’occhio la convivenza della madre con Daniel, ne ostacola per ciò che può il decorso ed un avvenimento importante minerà ulteriormente la felicità e la serenità di questo nuovo nucleo famigliare appartenente di diritto alla categoria delle famiglie ‘atomizzate’, una realtà consolidata in questo terzo millennio. Luke scopre di essere figlio non di un padre che conosceva ma di un anonimo donatore di sperma, il suo padre ipotetico non poteva avere figli e questa conoscenza lo sconvolge e lo porta alla fuga verso la casa della nonna Rebecca. Daniel e Karen ora hanno un problema grosso e lo vorranno risolvere, solamente l’amore porterà nuova serenità in questa famiglia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori