MORGAN/ “Modugno era un ‘intellettuale ignorante'” (Una serata… Bella – Nel blu, dipinto di blu!)

- Morgan K. Barraco

Morgan, il cantante a Fox Life ha sottolineato l’importanza di spiegare musica alle nuove generazioni prima di un omaggio a Fabrizio De Andrè. (Una serata Bella… nel blu dipinto di blu)

amici_morgan_cs_2017
Morgan

E’ Morgan a dare il via alle danze, con la definizione – da vocabolario – della parola “cantautore”. “Modugno non aveva studiato, per questo non poteva neanche intestarsi i brani. Si definiva ‘intellettuale ignorante'”. “Ci sono delle canzoni che sono immortali: questa è una di quelle”. Ecco anche Rosita e Alfonso: “Franco Migliacci è parte integrante del duo. Senza di lui, niente sarebbe stato possibile”. Verissimo. Ancora Morgan, che tesse le lodi di Meraviglioso: “Mi piace molto perché fu ingiustamente esclusa dal Festival. Non so perché, ma mi fa simpatia”. Sarà che con Sanremo non è mai andato d’accordo… [agg. di Rossella Pastore]

IL TRIBUTO A FABER

“È importante spiegare la musica alle nuove generazioni“, afferma Morgan a Fox Life prima di lanciarsi in un nuovo omaggio ai big della musica italiana. Una scelta che segue la scia del suo personale tributo a Fabrizio De Andrè a il Festival della Bellezza che si è tenuto di recente a Verona e che proseguirà con un disco che racchiuderà i suoi approfondimenti radiofonici, grazie ad un repertorio che spazierà fra pietre miliari della musica del nostro Paese come Tenco, Endrigo e Domenico Modugno. Morgan non si ferma qui ed intende ancora dare il suo contributo ai grandi del passato: lo dimostra la sua partecipazione a Una serata Bella… Nel blu dipinto di blu, il programma che andrà in onda su Rete 4 nella prima serata di oggi, domenica 24 giugno 2018. Una parentesi importante prima di lanciarsi verso il suo tour estivo, che prevede fra le tappe l’Umbria e il live a San Venanzo, previsto il prossimo 14 luglio. Un’occasione per ritornare sul palco con una formazione di un certo peso, che prevede Megahertz, ovvero Daniele Dupuis, Dario Ciffo, Agostino Nascimbeni e Marco Santoro. In scaletta presenti diverse hit del frontman dei Bluvertigo, fondato ad inizio anni Novanta in coppia con l’amico Andrea Fumagalli, oltre agli omaggi artistici ad alcune icone della musica internazionale che hanno contribuito alla crescita di Morgan, come i Depeche Mode e David Bowie.

QUELL’AMORE PER DE ANDRÈ

Per Morgan Fabrizio De Andrè è uno dei nomi intramontabili della musica italiana, forte della sua attualità e di una tecnica poetica molto particolare. “Nelle sue canzoni racconta storie di cronaca”, sottolinea a Fox Life, “se si sposta la prospettiva verbale, si crea un ribaltamento assoluto a livello temporale”. De Andrè è quindi intramontabile per l’artista che ha deciso di omaggiare il cantautore in diversi contesti live e discografici. Sarà presente infatti nella scaletta scelta per il suo tour estivo e non solo. Indiscussa invece l’abilità di Morgan di riuscire a dare un forte contributo alla critica musicale, grazie ad una forte conoscenza dell’arte e ad una passione che riesce a trasmettere nei suoi numerosi interventi. Un’altra faccia della medaglia rispetto alle contestazioni che spesso lo hanno reso protagonista in negativo, per via delle sue accese polemiche contro il mondo dei talent show e molto altro ancora. Un ruolo che adesso, per quanto riguarda X Factor, assume Asia Argento per l’edizione di quest’anno del programma di Sky Uno. “Ha gusti musicali evoluti”, sottolinea a Il Giornale nel suo commento, “Se la lasceranno lavorare senza pressioni commerciali, farà vedere i sorci verdi a tutti”. Morgan ha inoltre una visione chiara di quello che sarà il prossimo step del suo ruolo di padre, con la figlia Anna Lou, oggi sedicenne e nata proprio dall’unione fra l’artista e la Argento. La sua missione sarà aiutarla a comprendere il mondo maschile, offrirle cultura e tenerezza, per riuscire ad uscire da quell’angolo in cui vede relegati i padri da diverse epoche. “Se le figlie si ricorderanno di avere avuto dei padri”, afferma, “le aiuterà a non vedere tutti gli uomini come dei maiali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori