Flavio Insinna, la maglia regalata da Fabrizio Frizzi/ La dedica e il pensiero all’Eredità: “Ce la metto tutta

- Anna Montesano

Flavio Insinna mostra su Instagram la maglia regalatagli da Fabrizio Frizzi e lo commemora per il suo compleanno. Poi si dice pronto a L’Eredità: “Ce la metterò tutta”

frizzi-insinna-eredita
Flavio Insinna e Fabrizio Frizzi

Dal 24 settembre, Flavio Insinna sarà il nuovo conduttore de L’Eredità, il quiz più longevo della televisione italiana, che torna tutti i giorni su Rai1 per dare la linea al Tg1 alle 18.45. Una grande responsabilità per lui, soprattutto perché si tratta dello show che per gli ultimi anni ha visto come padrone di casa. Su Facebook, Insinna, in occasione del suo compleanno del 3 luglio scorso, ha pubblicato lo scatto di una maglietta che ritrae un’immagine di Insinna insieme a Fabrizio Frizzi: «Come ogni anno, il 3 luglio mi avete fatto sentire ancora più forte il vostro affetto con mille splendide sorprese. Fra tutte vi mostro questa. GRAZIE DI Cuore!», ha scritto sui social. Intanto, si prepara a salire sul palco de L’Eredità.

FLAVIO INSINNA PRONTO A L’EREDITÀ

Al preserale di RaiUno, alla guida de L’Eredità, Flavio Insinna ci arriva dopo un momento di stop, seguito anche alle polemiche per il ben famoso fuori onda di Affari tuoi, che potrebbe invece tornare nel 2019 con altro conduttore. «Avrò sempre la bandiera di Affari tuoi sul balcone, come Totti tiferà sempre per la Roma – ha dichiarato, come riporta Il Messaggero – E’ stata una parte importantissima della mia vita, oltre che della mia carriera. Io non mi riguardo mai, non mi piaccio. Ma quando erano altri a condurlo, l’ho sempre seguito, anche nelle repliche di notte. E continuerò a farlo». Poi spiega «Ce la metterò tutta, avvalendomi dei consigli di Carlo (Conti, che continua a essere consulente del programma ndr). E’ un amico dello stesso stampo di Fabrizio, di quelli che non giudicano. Mi ha detto ‘goditela e fatti mettere nel camerino accanto al mio, così puoi bussare tutte le volte che vuoi’».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori