MARCO LIORNI/ Padrone di casa a “Italia sì” dopo l’addio a La Vita in Diretta (I Soliti Ignoti)

- Fabio Belli

Marco Liorni ospite a “I Soliti Ignoti”: è ripartita la stagione televisiva del conduttore con “Italia sì”, dopo il discussio addio a “La vita in diretta”

marco_liorni_2018
Marco Liorni conduce Italia sì!

Marco Liorni è l'”Ignoto” nella puntata del quiz di Rai 1 di venerdì 28 settembre 2018. A “I Soliti Ignoti”, ospite di Amadeus, un altro volto noto della Rai, un conduttore che per anni ha legato il suo nome a “La vita in Diretta”, una decisione attorno alla quale non sono mancate le polemiche, tanto che lo stesso Liorni recentemente ha affermato: “Non ho passato un periodo molto bello, ma prendo sempre il buono di quello che mi capita: certo lasciare “La vita in Diretta” è stato un po’ come affrontare un funerale da vivo.” Polemiche chiuse però con la chiusura della gestazione di quello che Lioni ha definito a tutti gli effetti “il suo nuovo bambino”, ovvero il programma “Italia Sì”, in onda da settembre su Rai Uno nella giornata del sabato, con molti ospiti prestigiosi già chiamati a raccolta.

“UN’OCCASIONE PER LANCIARE DENUNCE E APPELLI”

Marco Liorni ha raccontato come è nata l’ideazione di un programma di Italia Sì, dopo 7 anni di “La vita in Diretta” che ne aveva contraddistinto in maniera profonda la presenza in Rai: “Il fulcro è un corner, un podio dove chiunque può salire e dire qualcosa a tutti. Una denuncia, un appello, una richiesta di aiuto, una cosa che si è fatta, una cosa che si è inventata: qualsiasi motivo che possa spingere qualcuno a condividere un’esperienza.” Una trasmissione che possa anche aiutare ad essere un’opportunità di denuncia per persone a caccia di visibilità per problematiche che non trovano il giusto spazio nella società civile o presso le istituzioni: “Sono l’unico che sa quello che diranno queste persone. Sarò al loro fianco, li sosterrò e gireremo anche delle esterne. Questo programma è come un bambino che aveva fretta di nascere“, ha spiegato Liorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori