Montalbano, 20 anni in tv da record/ “Racconta la Sicilia tra fantasia e realtà”: scoppia la grana migranti

Dopo 20 anni da record, il Commissario Montalbano torna in tv: Luca Zingaretti ancora protagonista nei due nuovi episodi, ma scoppia la polemica migranti…

31.01.2019 - Carmine Massimo Balsamo
Commissario Montalbano (Facebook)
Commissario Montalbano (Facebook)

Il Commissario dei record sta per tornare in tv: l’11 e il 18 febbraio in onda su Rai 1 i due nuovi episodi della serie con protagonista Salvo Montalbano, interpretato da Luca Zingaretti. I titoli delle due nuove puntate sono “L’altro capo del filo” e “Un diario del ‘43”, scritti da Andrea Camilleri: un altro successo in vista per la televisione di Stato, visto che i 34 film finora trasmessi hanno raccolto una media di 11 milioni di spettatori a puntata, mentre le 150 repliche un totale di 1 miliardo e 180 milioni telespettatori. Il cast non è cambiato, manca solo il dottor Pasquano: parliamo del patologo interpretato da Marcello Perracchio, a causa della scomparsa di quest’ultimo. E il produttore Carlo Degli Esposti ha spiegato: «D’accordo con Andrea Camilleri abbiamo deciso di farlo morire anche nel film». Questo il commento di Luca Zingaretti: «È stata una delle scene più commoventi che mi sia capitato di girare, sono sicuro che il pubblico celebrerà insieme a noi l’addio al dottor Pasquano».

MONTALBANO, SCOPPIA LA GRANA MIGRANTI

Il successo di Montalbano è dovuto alla sua capacità di raccontare la Sicilia tra «realtà e fantasia», ma scoppiano le prime polemiche. C’è la grana migranti, con il Commissario che affronterà in un episodio la delicata tematica. Ecco le parole di Zingaretti: «Trovo assurdo parlare di una voce, rispondere a ipotesi di qualcuno che ha detto qualcosa. Io sono un attore, recito battute. Se, invece, volete conoscere il mio punto di vista sui migranti, guardate il monologo che ho fatto su questo tema quattro anni fa». Queste, invece, le parole della direttrice di Rai 1 Teresa De Santis: «Nessuna preoccupazione per le puntate di Montalbano che affrontano il tema dell’immigrazione. Montalbano rimane un must per Rai1. Nessun imbarazzo, se ci fosse stato, del resto Montalbano non sarebbe andato in onda. Il servizio pubblico copre ogni argomento, anche complesso».



© RIPRODUZIONE RISERVATA