Luca Abete ucciso a colpi di mitra/ Foto shock, l’inviato di Striscia: “vigliacchi!”

- Hedda Hopper

Luca Abete di nuovo minacciato sui social dopo le pietre ricevute a Piazza Immacolata e alle foto risponde con un #noncifermanessuno

abete rapine 2018 mediaset
Luca Abete, il bar che ha subito 12 rapine

Luca Abete è ancora sotto il tiro di chi, fanatico o meno, si sente un po’ infastidito dalla sua opera e dalle sue inchieste e così continua a tenerlo sotto tiro. Questa volta sembra proprio che vogliano farlo letteralmente visto che l’inviato di Striscia la Notizia ha pubblicato su Instagram due foto in cui si mostra colpito dritto al cuore da alcuni colpi di mitra e poi riverso a terra in una pozza di sangue. Sono foto minacciose che, sembra, siano arrivate a Luca Abete per cercare, ancora una volta, di fermarlo ma ottenendo il risultato opposto proprio come era successo lo scorso gennaio quando l’inviato si era occupato di alcuni particolari veicoli simili a biciclette ma mosse da un acceleratore sul manubrio illegali proprio perché senza targa, senza assicurazione e condotte senza casco. Proprio durante le sue indagini, Luca Abete è stato attaccato da un uomo che gli ha dato dello speculatore e che poi gli ha lanciato una pietra per sottolineare il messaggio.

MINACCE PER LUCA ABETE

All’epoca Luca Abete non si è fermato e non si fermerà nemmeno adesso come lui stesso ha fatto capire sui social pubblicando le foto shock e scrivendo: “Sul web ognuno crede di poter fare ciò che vuole. Così anche i vigliacchi si sentono eroi di Gomorra. Noi siamo soddisfatti protagonisti della VITA REALE e continueremo ad onorarla con fatti concreti senza lasciarci intimorire. Buongiorno a tutti… #noncifermanessuno!”. I commenti di sostegno sotto le foto si sono moltiplicati e lo stesso Luca Abete è rimasto un po’ online proprio per rispondere a coloro che gli hanno scritto confermando che non mollerà e ringraziando tutti coloro che si schierano sempre al suo fianco in queste battaglie. L’inviato non si lascerà intimidire e proprio ieri sera è tornato ad occuparsi dei posti di lavoro nelle strutture sanitarie della provincia di Caserta mai concessi. Quale sarà il suo prossimo servizio? Ecco le foto:



© RIPRODUZIONE RISERVATA