Glauco Mauri, sta male in scena: spettacolo interrotto/ Malore al teatro Eliseo: trasportato in ospedale

Malore per Glauco Mauri, l’attore sta male in scena e lo spettacolo viene interrotto al teatro Eliseo di Roma. Poi è stato trasportato in ospedale, all’Umberto I

06.02.2019 - Silvana Palazzo
Glauco Mauri

Paura per Glauco Mauri: l’attore ha avuto un malore durante il debutto al teatro Eliseo di Roma de “I Fratelli Karamazov” di Dostoevskij della compagnia Mauri-Sturno. Erano passati dieci minuti circa dall’inizio: l’attore era alla seconda scena quando ha interrotto la sua battuta. Ha chiesto la chiusura del sipario, suscitando lo spavento del pubblico in sala. Dopo una breve pausa, Glauco Mauri è tornato sul palco e ha ripreso a recitare ma poco dopo ha chiesto di nuovo che il telo rosso si chiudesse. Più tardi Sturno e il regista Tarasco hanno comunicato con rammarico agli spettatori che l’attore era stato colto da un malore. Secondo quanto riporta La Repubblica, già prima dell’inizio dello spettacolo Glauco Mauri aveva confessato a Sturno di non ricordare bene il copione. Il medico del teatro ha subito assistito l’attore: ha detto che la sua pressione era molto alta quando c’è stata l’interruzione, ma poi è andata calando.

GLAUCO MAURI SI SENTE MALE IN SCENA

Dopo aver accusato il malore, Glauco Mauri è stato portato con un’ambulanza all’ospedale Umberto I, seguito da Sturno il quale ha detto di avere in progetto, se l’allarme rientrerà, di riaccompagnare l’attore a casa, nel quartiere Monti. Sturno abita con la famiglia nello stesso palazzo dell’attore 88enne. Stando a quanto riportato da La Repubblica, conta di riprendere il prima possibile le repliche dello spettacolo. Ma per cautela era opportuno interrompere e annullare la recita. Lo stesso Mauri ha chiesto più volte quando si poteva riprendere la recita. Intanto il teatro Eliseo di Roma ha cancellato le repliche di oggi e domani. Ora l’attore sta bene, ma deve sottoporsi ad una serie di controlli medici. Comunque prima del malore Glauco Mauri aveva interpretato le battute d’apertura con una presenza fisica quasi brillante, eppure al momento dello stop la pressione dell’attore era molto alta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA