Tony Renis/ 80 anni di musica “Grande, grande, grande” (Sanremo Young 2019)

Tony Renis, sarà tra gli ospiti della finale di Sanremo Young, in onda questa sera sulla rete ammiraglia di Casa Rai condotta da Antonella Clerici.

15.03.2019 - Valentina Gambino
tony renis
Tony Renis (LaPresse)

80 anni compiuti lo scorso maggio e la musica nelle vene da sempre. Lui è Tony Renis, tra gli ospiti della finale di Sanremo Young, in onda questa sera sulla rete ammiraglia di Casa Rai con Antonella Clerici. Il percorso artistico di Renis è costellato di soddisfazioni e arte. Dall’esordio con Adriano Celentano, alla direzione artistica del Festival di Saremo, per partorire grandi successi senza tempo come “Quando, quando, quando”, e “Grande, grande, grande”. Cantante, autore, produttore discografico e chi più ne ha più ne metta. Ha saputo avere a che fare con la musica, anche internazionale, spostandosi da Sanremo, New York e Los Angeles. Negli anni Cinquanta a Milano, per sfondare nella musica occorreva possedere un mix di doti non indifferenti. Ecco perché, con Celentano decisero di imporsi come un duo. Uno imitava Jerry Lewis e l’altro Dean Martin. All’inizio vennero snobbati del resto, talenti simili meritavano di avere un repertorio proprio e non essere la copia di nessun altro.

Tony Renis ospite a Sanremo Young

Tony Renis, l’eterno ragazzo della musica, tornerà in televisione questa sera con Sanremo Young, nella qualità di ospite speciale. Renis, dopo avere iniziato il percorso da solista incomincia ad avere un solo obiettivo: Sanremo. Nel 1961 partecipa senza grande successo, al fianco dell’amico Pericoli. Poi nel giro di un anno imbocca la giusta strada e sforna “Quando, quando, quando”, scritta insieme ad Alberto Testa. La porterà sul palcoscenico del Festival nel 1962 e il resto è già storia. Proprio su Sanremo, di recente si è espresso, puntando il dito contro Claudio Baglioni. In un’intervista rilasciata a Adnkronos ha bacchettato il suo collega “accusandolo” di averlo copiato. “Al suo posto avrei ammesso di aver copiato dal mio Sanremo almeno tre idee: l’eliminazione dell’eliminazione, il rap in gara e la serata cover, che però ha copiato male, costringendo gli artisti a rendere cover i brani in gara”, ha spiegato in maniera ironica. Stasera lancerà qualche altra frecciatina? Non vi rimane che sintonizzarvi su Sanremo Young per poterlo scoprire.



© RIPRODUZIONE RISERVATA