GIANMARCO CARROCCIA/ Video, chi è l’erede di Lucio Battisti? (Maurizio Costanzo Show)

- Maria Laura Leo

Gianmarco Carroccia, ex allievo di Mogol, sarà ospite, insieme al suo maestro, di Maurizio Costanzo Show, che tornerà in onda giovedì 28 marzo, in seconda serata, su Canale 5.

Gianmarco Carroccia e Mogol
Gianmarco Carroccia e Mogol al Maurizio Costanso Show (Facebook, 2019)

Il Maurizio Costanzo Show riapre il suo sipario e lo fa con ospiti d’eccezione, tra i quali spicca il nome di Gianmarco Carroccia, ex allievo di Mogol e cantante specializzato in cover di Lucio Battisti. Carroccia sarà presente in studio in occasione del primo appuntamento di quest’anno del programma, che andrà in onda giovedì 28 marzo, sempre in seconda serata, su Canale 5. Interverranno insieme a lui anche il suo maestro Mogol, con il quale intonerà alcuni dei più grandi successi di Battisti, coinvolgendo pubblico e altri ospiti in un’esibizione a più voci. Persino Matteo Salvini, presente in studio dopo la soddisfacente vittoria ottenuta dalla Lega in occasione delle Elezioni Regionali in Basilicata, si abbandonerà alle note di Dieci ragazze, scambiandosi il microfono con Mara Venier. Ma al di là dei cori, inevitabili quando si intonano le canzoni di Battisti, Gianmarco darà ancora una volta prova del suo talento. Carroccia, del resto, è un cantautore ritenuto tra i migliori interpreti del repertorio di Mogol e Battisti e, sul palco del Maurizio Costanzo Show, dimostrerà che il giudizio espresso nei suoi confronti è più che giusto.

La musica nel sangue

Gianmarco Carroccia è giovanissimo, pur essendo già considerato quasi l’erede di Battisti stesso. È nato a Latina 31 anni fa ed è sempre stato appassionato di musica. Il suo amore per le melodie italiane nasce all’età di 5 anni, quando già adorava ascoltare i brani di Adriano Celentano e dello stesso Lucio Battisti. Le sue prime canzoni sono state scritte quando Gianmarco aveva appena 14 anni. Nel corso della sua vita, Carroccia ha partecipato a diversi concorsi musicali, come il Tour Music Fest, il Festival di Castocaro e il Cantagiro. A notarlo, però, è stato Mogol, del quale è stato alunno al C.E.T. Music Centro Europeo di Toscolano. È stata proprio la collaborazione con Mogol, in occasione dello spettacolo Emozioni, a consacrarlo come interprete di Lucio Battisti. Se si sa tanto della sua carriera, seppure ancora piuttosto acerba, non si può dire lo stesso per quanto riguarda la vita privata di Gianmarco. L’artista è molto riservato e cerca di tenere la sua intimità ben distante dalla musica. Lo dimostra il suo account Instagram, che non è pubblico e, quindi, nasconde dagli sguardi indiscreti anche l’eventuale presenza di una fidanzata.

Gianmarco Carroccia, qualche curiosità

Nonostante la riservatezza, Gianmarco Carroccia ha condiviso con il pubblico alcune curiosità sulla sua vita privata e professionale. Sappiamo, infatti, che ha un fratello di nome Pierluca a cui è molto legato. Lui è una delle persone che lo hanno maggiormente sostenuto nella realizzazione del suo sogno musicale, sin da quando era un ragazzino e ascoltava Lucio Battisti, Riccardo Cocciante e Adriano Celentano, artisti che hanno maggiormente segnato e influenzato il suo stile. Il suo amore per la musica non si esaurisce con l’esecuzione e la scrittura di canzoni, ma si manifesta anche attraverso l’Associazione Culturale SUONIEMOTIVI, che è stata fondata dallo stesso Gianmarco. Lo spessore e la profondità dei suoi testi gli hanno permesso di aggiudicarsi il premio Note per un mondo migliore in occasione del concorso musicale Donida. Il suo profilo Facebook, come quello di Instagram, è privato (non ha una pagina in qualità di personaggio pubblico) e le informazioni visibili a chi non è suo “amico” sono veramente pochissime. Spicca, tra i post pubblicati recentemente, una foto, scattata proprio a Maurizio Costanzo Show, che lo ritrae sul palco, insieme agli altri ospiti della serata, al fianco del suo fedele maestro Mogol

© RIPRODUZIONE RISERVATA