Michela Andreozzi a Vieni da me/ “Con mio marito Massimiliano Vado, l’amore è nato..”

- Stella Dibenedetto

Michela Andreozzi si racconta a Vieni da me attraverso le canzoni che hanno segnato la sua vita: dal lavoro a Non è la Rai al successo in televisione.

michela andreozzi 1
Michela Andreozzi a Vieni da me

Dopo i ricordi di Paolo Vallesi, ospite dello spazio della trasmissione di Raiuno Vieni da me intitolato “Una canzone per te”, Michela Andreozzi si racconta ai microfoni di Caterina Balivo. “Io sono figlia della televisione che è stata la mia baby sitter. Ho una sorella più piccola e quando è nata, io restai a casa con mia nonna e mi lasciarono davanti alla tv a guardare Mille luci” – ricorda Michela – “la mia famiglia era formata da me, dai miei genitori, mia nonna e uno zio che era rimasto vedovo e viveva con noi. A casa la gerarchia era nonna che era la mamma di papà, mamma, papà che è bravissimo a cucinare. Io non potevo mettere piede in cucina perchè erano convinti che non sapessi cucinare e, alla fine, ho dovuto sposare un uomo che sa cucinare“, spiega la Andreozzi. Figli di un avvocato, Michela ha seguito un’altra strada con l’appoggio dei genitori. “Erano seri, ma non severi: mio padre era avvocato e anche mia madre ha studiato e quindi mi hanno sempre detto che, per fare questo lavoro, dovevo impegnarmi come se dovessi fare il cardiochirurgo. Loro non mi hanno mai ostacolato. Mia madre è la mia grande ispirazione“, confessa.

MICHELA ANDREOZZI: DA DIETRO LE QUINTE AL PALCOSCENICO

Michela Andreozzi che, prima di fare l’attrice, per anni ha lavorato dietro le quinte. “A Non è la Rai indossavano questi vestiti che io pensavo non mi stessero bene e quindi ho deciso di lavorare in redazione, ma ho anche doppiato le ragazze che cantavano come Ilaria Galassi e Nicole Grimaudo. Sono davvero legata a queste ragazze”, dice Michela Andreozzi che, tra le sue amiche, c’è anche Ambra Angiolini. Gli anni di studio e la vena ironica portano presto Michela in televisione facendole conquistare il grande pubblico. “Ho incontrato mio marito Massimiliano Vado quando avevo già superato i 40 anni. Non pensavo che avrei trascorso il resto della mia vita con lui, ma abbiamo davvero tante cose in comune. La nostra è una grande storia d’amicizia che si è trasformata in una grande storia d’amore” – dice Michela che viene poi raggiunta, a sorpresa, proprio dal marito Massimiliano Vado – “ci siamo conosciuti prima sul set dove, per finzione ci siamo sposati. Poi siamo diventati amici e poi Michela ci ha provato con me e io…”, racconta Max Vado. “Erano le 5 del mattino, non riuscendo a dormire, sono uscita in pigiama per andare a fare colazione e tirando la porta ho preso le chiavi sbagliate mentre ero al telefono con lui che, poi, mi ha detto di andare a casa sua”. E da quel momento è iniziato tutto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA