Claudio Durigon/ “Pensioni medici, taglio giusto ma penalizzante: troveremo una soluzione”

- Carmine Massimo Balsamo

Il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon: "Effetti Quota 100? Quel che è accaduto con la pandemia, sarebbe comunque accaduto"

claudio durigon Claudio Durigon, sottosegretario al Lavoro (LaPresse)

Sul dossier pensioni uno dei temi più dibattuti delle ultime settimane riguarda quelle dei medici. Un taglio che è giusto ma penalizzante secondo Claudio Durigon: “La soluzione sarà nel maxi emendamento della Finanziaria”, la sua conferma ai microfoni della Stampa. Ma secondo il sottosegretario leghista al Lavoro i problemi del settore sono altri, a partire dal numero chiuso per l’accesso alle università e gli stipendi. “Stiamo cercando una soluzione, metteremo mano a questa norma che oggettivamente penalizzerebbe non solo il comparto sanitario ma molti dipendenti della pubblica amministrazione. Ci rendiamo conto che non è il momento”, l’analisi di Durigon.

Il punto del sottosegretario Durigon: “La soluzione sarà nel maxi emendamento della Finanziaria”

Durigon ha sottolineato che non sono stati fatti passi avanti sulla soluzione tecnica, ma arriverà con il maxi emendamento in aula al Senato. Il sottosegretario ha evidenziato che l’ipotesi è di fare salvi i diritti di chi va in pensione coi requisiti di vecchiaia a 67 anni, per gli altri sono possibili due strade: “O un decalogo delle penalizzazioni a partire dal 2024, o il rinvio secco dell’entrata in vigore della norma per tutto il triennio”. Si tratta di soluzioni costose, ha ammesso l’esponente del Carroccio, che ha smentito l’effetto Quota 100 sull’uscita di troppi tra medici e infermieri: “Le persone di cui parla uscirono con una media di anzianità di servizio di 40,7 anni, circa dodicimila fra medici, infermieri, personale tecnico e amministrativo. Non penso sia stato un errore. Quel che è accaduto con la pandemia, sarebbe comunque accaduto”.

Come anticipato, per Durigon la forte carenza di medici e infermieri è da ricondurre in primis al numero chiuso alle facoltà di Medicina. Senza dimenticare il dossier stipendi: “I salari all’estero sono mediamente più alti. Aggiungo: il problema del personale nel settore pubblico lo abbiamo un po’ dappertutto, a partire da Polizia ed enti locali. Dopo tanti anni di blocco del turnover bisogna ricominciare ad assumere. Il Pnrr ci sta dando una mano”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Pensioni

Ultime notizie