Claudio Mazzanti vs Briatore/ Assessore Pd choc: “Ha il Covid? Giustizia divina”

- Carmine Massimo Balsamo

L’assessore del Pd a Bologna Claudio Mazzanti finisce nella bufera per le sue parole su Flavio Briatore, ricoverato al San Raffaele per coronavirus.

claudio mazzanti briatore
Flavio Briatore a Non è L'Arena

Claudio Mazzanti nella bufera per le sue parole su Flavio Briatore. Come vi abbiamo raccontato, l’imprenditore si trova al San Raffaele di Milano e risulta positivo al coronavirus. L’assessore Pd a Bologna ha attaccato duramente il proprietario del Billionaire in un post pubblicato su Facebook, che rapidamente ha fatto il giro del web: «Al mondo c’è una giustizia divina, vi ricordate cosa diceva Briatore sul Covid tutte invenzioni, contro il governo che applicata misure di tutela contro la pandemia, contro i sindaci che facevano chiudere le discoteche quando non rispettavano le norme di sicurezza, sembrava di sentire Salvini la Meloni ecc…. In peggio, poi ecco il risultato 60 contagiati al Bilioner e più lui ,che giustamente se le preso il Covid, adesso vedrete farà meno lo sbruffone». Parole che, come dicevamo, non sono passate inosservate…

CLAUDIO MAZZANTI VS BRIATORE: BUFERA SU ASSESSORE PD

Diversi esponenti politici hanno attaccato duramente Claudio Mazzanti per le parole su Flavio Briatore e l’opposizione ha chiesto le sue dimissioni da assessore alla mobilità. Netta la posizione di Giorgia Meloni: «Un linguaggio inaccettabile e indegno per chi dovrebbe rappresentare un’istituzione. Caro Zingaretti, il PD per una volta prenderà provvedimenti contro questo assessore o anche stavolta fingerete di non vedere l’odio riversato in casa vostra?». Così, invece, il consigliere comunale di Bologna di Forza Italia, Francesco Sassone: «Bologna non puó e non deve essere rappresentata da persone così. Poche chiacchiere, Mazzanti non può più essere un Assessore di Bologna. Non prendere provvedimenti vorrebbe dire essere complici. Merola, cosa aspetti?». Ma Claudio Mazzanti è finito nel mirino anche dei colleghi di partito, che non hanno minimamente apprezzato la sua uscita. Francesco Critelli, deputato dem ed ex segretario del Pd bolognese, ha definito «inaccettabile, inqualificabile e non degno di una democrazia matura» parlare di «giustizia divina».



© RIPRODUZIONE RISERVATA