Clemente Mastella vs Letta/ “È stato scorretto, il Pd non vincerà mai”

- Carmine Massimo Balsamo

Clemente Mastella rieletto sindaco di Benevento: “Da Letta uno sgarbo senza precedenti. Ora punto a lanciare la Margherita 2.0”

clemente mastella
Clemente Mastella, sindaco di Benevento (LaPresse)

Clemente Mastella ce l’ha fatta: l’esperto politico è stato rieletto sindaco di Benevento. L’ex ministro ha sconfitto il candidato sindaco del Centrosinistra Luigi Diego Perifano e si è tolto qualche sassolino dalle scarpe ai microfoni de Il Mattino: «Io ho sconfitto gli odiatori seriali che si erano, tutti, coalizzati contro di me».

Nel mirino di Clemente Mastella è finito Enrico Letta, segretario del Partito Democratico: «Credevo che eravamo amici, dai tempi del governo Prodi: lui giovane sottosegretario, io ministro. Ci siamo sentiti, qualche volta, quando era a Parigi e fuori dalla vita politica del partito. Rapporti ottimi: poi viene qui, nella mia città, per tirare la volata al mio avversario: uno sgarbo senza precedenti».

CLEMENTE MASTELLA: “IL PD NON VINCERÀ MAI”

Clemente Mastella ha rincarato la dose contro il Partito Democratico, lanciando una profezia funesta per i dem: «Il Pd non vincerà mai». Il 74enne, infatti, ha annunciato di essere pronto a scendere di nuovo in campo a livello nazionale, una Margherita 2.0 aperta a Matteo Renzi e Carlo Calenda per la conquista del centro. Clemente Mastella è poi tornato sulla vittoria di ieri: «Io ho sconfitto tutti. Dall’altra parte, contro di me, c’era una specie di Arca di Noè dove si erano imbarcati tutti. Parlamentari del M5s, di centrodestra, un ex sottosegretario e un paio di sindaci, compreso uno che si addormenta solo se mette in sottofondo Faccetta Nera… È stata una campagna elettorale come mai si era verificata in vita mia: dai toni forti, con tante bugie, e una morale perfida. Destra e sinistra, tutti contro di me. Ma io dalla mia parte ho avuto il popolo di Benevento e, soprattutto, il voto della gente umile delle contrade».



© RIPRODUZIONE RISERVATA