Concorsi scuola/ Si può rifiutare la cattedra, ma solo prima della presa di servizio

- Marta Duò

Concorsi scuola, il docente ha la possibilità di rifiutare la cattedra: come funziona e quali sono le modalità per sfruttare questa opportunità

Concorsi scuola, si può rifiutare la cattedra: come fare
Concorsi scuola, si può rifiutare la cattedra: come fare

È possibile rifiutare la cattedra assegnata per il ruolo nell’ambito dei concorsi scuola? La risposta è sì. Ad affermarlo è Chiara Cozzetto, segretaria nazionale Anief – Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori, nel corso del question time tenutosi nella giornata di martedì 19 luglio 2022, su Os TV. Dopo l’avvenuta immissione in ruolo dei docenti, il candidato ha la possibilità di rifiutare la cattedra per il ruolo assegnata. La nomina, spiega Cozzetto, si può rifiutare successivamente, purché il candidato esprima questa intenzione entro la presa di servizio. È quindi possibile procedere a questa scelta purché la comunicazione sia data per tempo.

Cozzetto specifica inoltre che in futuro il candidato “non potrà essere più chiamato per il ruolo da quella graduatoria, perché c’è stato un rifiuto”. La scelta di rinunciare alla cattedra, però, non pregiudica in alcun modo “il fatto che si potrà essere chiamati per una nomina in ruolo nel caso si fosse inseriti in altra graduatoria”. Gli aspiranti docenti di ruolo che affrontano i concorsi scuola hanno quindi a disposizione questa possibilità, che dovrà essere sfruttata nei tempi e nelle modalità adeguate senza incorrere in eventuali penalizzazioni.

Concorsi scuola e docenti, i bandi attivi e quelli più attesi

Il mondo della scuola e degli insegnanti nell’ultimo anno ha visto l’avvio di numerosi concorsi per l’assunzione di varie risorse, non solo personale docente, ma anche ATA. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha già bandito svariati bandi di concorso che si stanno svolgendo in questi ultimi mesi, mentre altri sono attesi nel corso del 2022. Tra le procedure concorsuali attive si segnalano: il concorso ordinario per docenti della scuola secondaria; concorso ordinario per docenti scuola infanzia e primaria; concorso straordinario per l’abilitazione all’insegnamento; concorso ordinario per docenti STEM; concorso per l’aggiornamento delle GPS e il concorso straordinario per docenti posto comune.

Nei prossimi mesi del 2022 sono invece attesi i bandi relativi ai seguenti concorsi scuola: concorso straordinario per docenti STEM; concorso per docenti di sostegno specializzati; concorso per insegnanti di Scienze motorie nella scuola primaria; concorso per insegnanti di Religione cattolica; concorso personale ATA 24 mesi; concorso personale ATA terza fascia; concorso per DSGA facenti funzione e il concorso ordinario per DSGA.





© RIPRODUZIONE RISERVATA