Concorso pubblico Milano, bando Istruttori amministrativi/ 201 posti per diplomati

Concorso pubblico Milano, bando per 201 posti per Istruttori amministrativi: assunzione a tempo indeterminato, requisiti e prove.

concorso pubblico milano
Immagini di repertorio (foto da Pixabay)

Concorso pubblico Milano, bando per 201 posti per Istruttori dei servizi amministrativi contabili (Categoria C, Posizione Economica 1). Il bando, pubblicato lo scorso 31 ottobre 2019 sul sito del Comune, è destinato a candidati diplomati e per consultarlo è necessario accedere alla sezione “Bandi di Concorso”, cliccare “selezioni aperte” e, infine, “concorsi” (clicca qui per accedere direttamente al testo). La data di scadenza per l’invio della domanda di partecipazione è il 29 novembre 2019, ore 12.00. Sul bando sono descritti i requisiti, così come gli step previsti per le varie prove: la prima è la prova preselettiva che si terrà giovedì 5 dicembre 2019 per i candidati dalla lettera A alla lettera L e venerdì 6 dicembre 2019 per i candidati dalla lettera M alla lettera Z. Non sono previste soglie minime di idoneità, mentre per quanto riguarda il numero di candidati da ammettere alle selezioni successive sarà deciso dalla commissione esaminatrice.

CONCORSO PUBBLICO MILANO PER ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI: LE PROVE

Dopo aver stilato la graduatoria del test preselettivo, ci sarà la prova scritta: come evidenziato dal bando, è previsto lo svolgimento di un elaborato e/o nella soluzione di quiz a risposta chiusa su scelta multipla e/o in una serie di quesiti a cui fornire una risposta sintetica. I candidati che avranno ottenuto un un punteggio non inferiore a 21/30, passeranno al test successivo e saranno attesi dalla prova orale, che consiste in un colloquio necessario ad accertare le conoscenze del candidato a proposito di nozioni di diritto penale, in riferimento alla PA; diritto amministrativo; (procedimento e accesso ai documenti); ordinamento degli enti locali; rapporto di lavoro nella PA; ordinamento contabile e finanziario del Comune. Ricordiamo che le assunzioni sono a tempo indeterminato dopo un periodo di prova di sei mesi: la retribuzione prevista è di 20.344,07 euro lordi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA