Coronavirus Italia, ultime notizie/ Aggiornamenti, nuova crescita contagi: +518

- Davide Giancristofaro Alberti

Coronavirus Italia, ultime notizie e aggiornamenti: crescono nuovamente i contagi in Lombardia, saliti di 518 unità rispetto a 24 ore precedenti, e la Lombardia preoccupa

coronavirus italia roma 3 lapresse1280
Rispetto delle distanze nella metropolitana di Roma (LaPresse)

Le ultime notizie e gli aggiornamenti sull’epidemia di coronavirus in Italia, ci narrano di una nuova impennata dei contagi. Gli ultimi dati comunicati dalla Protezione Civile nella serata di ieri evidenziano infatti come i nuovi infetti siano stati ben 518 in più rispetto al giorno precedente. In attesa di capire il perchè di questo surplus, e soprattutto, di scoprire se anche stasera i contagi saranno molti, restano sempre al di sotto delle 100 le vittime, nel dettaglio 85, e nel frattempo, aumentano ancora i guariti e continuano a calare i ricoverati nelle terapie intensive, dato quest’ultimo senza dubbio molto importante. Torna ad essere nuovamente attenzionata la Lombardia, regione in cui si sono registrati ben il 78% dei nuovi casi totali, e che continua quindi ad essere l’ultimo grande focolaio d’Italia. Di contro c’è una regione, la Basilicata, dove da ben nove giorni non si registrano nuovi contagi, e si è raggiunta anche la soglia dei zero pazienti ricoverati per covid.

CORONAVIRUS ITALIA, QUESTIONE CONFINI: RIAPERTI DAL 15 GIUGNO

La giornata di ieri è stata scandita anche dalle parole del virologo Andrea Crisanti, che ha spiegato che il virus potrebbe farsi meno aggressivo in estate in quanto sensibile alle alte temperature. Ha ribadito comunque che è sbagliato dire che il coronavirus non esiste più, invitando quindi la popolazione a mettere in pratica le varie disposizioni di distanziamento sociale. Continua intanto il dibattito riguardante la riapertura delle frontiere, e dal 15 giugno ci si potrà spostare verso la Germania, la Francia e la Svizzera, e viceversa. Frontiere extra Ue invece chiuse fino al 30 giugno, con il primo luglio che dovrebbe quindi tornare la libera circolazione mondiale, a meno di altre indicazioni. E’ bagarre invece nell’Aula della Camera per il Dl Scuola; dopo la riunione fiume delle ultime ore, nella tarda mattinata di oggi è atteso il voto finale, e ieri ci sono stati momenti di tensione quando alcuni esponenti della Lega hanno esposto uno striscione con scritto “Azzolina bocciata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA