CORONAVIRUS, LIGUE 1 SOSPESA: UFFICIALE/ Il comunicato: stop al calcio in Francia

- Mauro Mantegazza

Coronavirus, Ligue 1 sospesa. Stop al calcio anche in Francia: la Federcalcio ha già imposto lo stop, anche se la Lega professionistica deve ancora riunirsi.

Psg Ligue 1
Ligue 1 (Foto LaPresse)

Adesso c’è il sigillo dell’ufficialità: la Ligue 1 francese è sospesa per Coronavirus. Questa mattina si è riunita la Lega, che si è naturalmente uniformata a quanto espresso ieri sera dalla Federcalcio francese imponendo lo stop a Ligue 1 e Ligue 2, cioè i due campionati organizzati dalla Lega professionisti in Francia. Dunque il consiglio di amministrazione della LFP, la Ligue de Football Professionel che gestisce il massimo campionato francese, ha sancito definitivamente che la Ligue 1 e la Ligue 2 sono sospese “fino a nuovo ordine”, dunque per il momento a tempo indeterminato, senza fissare date per una possibile ripresa. Il PSG è nettamente in vantaggio in classifica, dunque l’assegnazione del titolo potrebbe causare meno problemi rispetto alla Serie A, ma in questi giorni si tratta davvero dell’ultimo dei problemi. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STOP AL CALCIO IN FRANCIA PER CORONAVIRUS

Il Coronavirus blocca anche la Ligue 1: a dire il vero c’è un piccolo inghippo tra la Federcalcio e la Lega professionistica, ma possiamo ormai dare per certo che il calcio è destinato a fermarsi pure in Francia, compresa la Ligue 1 che è naturalmente il massimo campionato. Facciamo dunque il punto della situazione. La Federazione calcio francese (FFF) ha già disposto la cessazione di tutte le attività, come si può leggere da questo comunicato ufficiale di ieri sera: “L’annuncio del Presidente della Repubblica porta la FFF a prendersi le proprie responsabilità per contribuire senza indugio a contrastare la crisi sanitaria che sta interessando il nostro Paese. Di conseguenza, annuncio da questa sera la sospensione di tutte le attività e le competizioni federali su tutto il territorio”. Questa mattina la Ligue de Football Proffessionel (LFP), che gestisce Ligue 1 e Ligue 2 (la Serie B), deciderà al termine di un consiglio di amministrazione straordinario se deliberare lo stop per il massimo campionato e la seconda divisione, ma è difficile pensare che possa andare contro quanto già stabilito dalla Federazione.

CORONAVIRUS, LIGUE 1 SOSPESA

Insomma, al di là di qualche pasticcio burocratico che d’altronde ben conosciamo anche in Italia, possiamo dire che il calcio è destinato a fermarsi anche in Francia. Non ha fatto bene al movimento quanto abbiamo visto in Psg Borussia Dortmund di Champions League, con l’assembramento dei tifosi fuori dal Parco dei Principi e i grandi festeggiamenti finali, a dimostrazione che le porte chiuse possono essere insufficienti in questa situazione di emergenza. Ecco dunque spiegato perché si va verso un blocco totale fino a “quando le condizioni sanitarie lo permetteranno” (come da comunicato federale), dunque a tempo indeterminato. La Ligue 1 di conseguenza imboccherà la strada già presa qualche giorno fa dalla Serie A, seguita ieri dalla Liga spagnola e oggi probabilmente anche dalla Premier League inglese oltre che dal massimo campionato francese. Calcio fermo in tutta Europa o quasi, d’altronde la situazione richiede provvedimenti drastici ma necessari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA