COVID, CONSIGLIERE PAVIA CHOC/ “Per pochi vecchi roviniamo la vita ai giovani”

- Dario D'Angelo

Niccolò Fraschini, consigliere di maggioranza a Pavia, ha detto che per “poche migliaia di vecchietti” si sta rovinando la vita dei giovani.

anziani nonni 1 pixabay1280 640x300
Pixabay

Stanno suscitando indignazione e polemiche le frasi choc pubblicate su Facebook da un consigliere di maggioranza del comune di Pavia, Niccolò Fraschini di “Pavia Prima”. L’esponente della coalizione che sostiene il sindaco leghista Fabrizio Fracassi, commentando la gestione della crisi del coronavirus in Italia, ha infatti dichiarato: “Ormai questo piagnisteo sulle vittime penso che abbia stufato tanti italiani, per salvare poche migliaia di vecchietti stiamo rovinando la vita, nel lungo termine, a un sacco di giovani“. Parole pesanti, in linea con quelle pronunciate anche da altri esponenti politici, propensi a considerare le vite degli anziani evidentemente meno importanti, o comunque sacrificabili, sull’altare di quelle dei giovani, nella riproposizione del dibattito che purtroppo abbiamo imparato a conoscere fra tutela della salute e salvaguardia dell’economia.

CONSIGLIERE PAVIA CHOC: “PER POCHI VECCHI ROVINIAMO I GIOVANI”

Nel post pubblicato su Facebook, Niccolò Fraschini ha chiamato nuovamente in causa la teoria di Darwin, lasciando intendere che sulla Terra – e anche contro il virus – il più forte vince, mentre il più debole soccombe. Si spiega solo in questo modo la frase in cui il consigliere pavese inneggia al biologo britannico con un “è ora di riaprire, W Darwin!” che lascia poco spazio ad interpretazioni. Come riportato dall’Ansa, Fraschini, che sul suo profilo Facebook si definisce “orgogliosamente lombardo, liberale, europeista. Sciatore e corridore. Ottimista, testardo e juventino“, ha parlato di “strumentalizzazione” e di “frasi estrapolate dal contesto” dichiarando “vicinanza agli anziani“. Non è però la prima volta che certe sue affermazioni fanno discutere. Già a marzo se l’era presa con i napoletani “che hanno l’immondizia nelle strade e ci schifano“, i francesi, “che non hanno il bidet” e i romeni “che hanno i bambini che vivono nelle fogne nella capitale“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA