Cristian Cocco/ “In ospedale mi hanno detto che non sarei andato avanti per molto”

- Paola Stigliano

Cristian Cocco è un uomo nuovo: dopo aver attraversato un periodo buio, arriva la sua riscossa professionale e non solo. Con la sua famiglia è felice e si sente meglio.

cristian cocco 640x300
@CristianCocco/ Instagram

Cristian Cocco è uno dei punti di riferimento di Striscia La Notizia. Quando i suoi servizi confezionati per il tg satirico vanno in onda, il suo accento sardo è inconfondibile. Quello da inviato in Sardegna continua ad essere il principale impegno che caratterizza la sua carriera, ma da quest’anno la sua vita professionale ha subito una scossa: Cristian Cocco è oggi anche attore. Non intende fermarsi al ruolo di inviato, ha dichiarato ai microfoni di Di Più. I nuovi progetti lo hanno aiutato ad uscire da un periodo buio della sua vita: “ero ingrassato a dismisura e sentivo una pressione pazzesca su di me” ha spiegato. Il malessere era intensificato dal fatto che un personaggio famoso ha una responsabilità verso il suo pubblico, quindi tende a tenere tutto dentro e a non esprimere all’esterno il malessere interiore. Così ha fatto anche Cristian Cocco, finché non ha raggiunto un punto critico: “sono crollato a terra e un’ambulanza mi ha portato direttamente in ospedale”.

Cristian Cocco: il periodo buio della sua vita

La famiglia lo ha sostenuto. Anzi, proprio negli occhi dei suoi familiari ha trovato la forza per rialzarsi e andare avanti quando in ospedale sono stati diretti con lui: dopo il malessere, “sono stato analizzato da cima a fondo e mi hanno detto che, in quelle condizioni, non sarei andato avanti per molto”. In quel momento, aveva davanti a sé sua moglie, il figlio e le figlie. Così, il suo pensiero è stato “prima ci sono loro e poi ci sono io“. Grazie a questo atteggiamento, è riuscito a riprendersi: “ho lavorato su di me. Mi sono messo a dieta. Ho perso trenta chili e ho iniziato a prendermi meno sul serio”. In questo modo, la gratificazione professionale ha fatto seguito a quella privata e fisica. Proprio in quel periodo di rinascita, quando è “rifiorito“, come dichiara a Di Più, è arrivata la proposta di lavoro. “Come ciliegina sulla torta, sono stato chiamato a ‘inventarmi’ attore”: Cristian Cocco interpreta l’ispettore Pinna nella fiction che vede impegnato anche Gianni Morandi. “Quando mi hanno detto che avrei recitato insieme con il grande Gianni Morandi mi sono sentito rinascere”.

Cristian Cocco: un uomo nuovo anche in famiglia

La proposta di lavoro gli ha dato le forze e il buon umore necessario per affrontare qualunque problema, anche le questioni familiari. Infatti, visti gli impegni soliti con Striscia La Notizia, Cristian Cocco ha dovuto trovare un equilibrio tra il nuovo lavoro, i vecchi servizi e il tempo da trascorrere in famiglia. Spiega che “il lavoro influisce tanto in un rapporto di coppia e spesso l’umore deriva proprio dalla condizione lavorativa”: un problema, quest’ultimo, che riguarda molte coppie in cui entrambi hanno numerosi e differenti impegni lavorativi, talvolta non conciliabili. E proprio l’umore ne ha giovato, da quando è sul set con Gianni Morandi: “mi fa gli scherzi, proprio come se fossimo due ragazzini” racconta e poi descrive come “un eterno bambino” il celebre cantante italiano. Ma sul fronte lavorativo non è tutto: oltre al piccolo schermo, si è aperta per lui un’opportunità per quanto riguarda un film per il cinema. Tuttavia, non si sbottona su quest’ultimo progetto: “sto lavorando su altri due progetti, entrambi top secret” dichiara.



© RIPRODUZIONE RISERVATA