Croazia entra in Eurozona e Schengen/ Von der Leyen “Benefici da euro e integrazione”

- Silvana Palazzo

Croazia oggi entra in Eurozona e in zona Schengen, la presidente della Commissione Ue Von der Leyen: "Giorno di festa e orgoglio. Molti benefici dall'integrazione"

von der leyen Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea (LaPresse)

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen si è recata al confine croato-sloveno, al valico di Bregana, dove è arrivata a mezzogiorno per celebrare l’ingresso della Croazia nell’area Schengen e nell’Eurozona. “L’anno nuovo è un momento di nuovi inizi, e oggi non c’è posto migliore in Europa per celebrarlo, come giorno di festa e di orgoglio per i croati, ma anche per tutti i cittadini dell’Europa“, ha dichiarato. Von der Leyen ha ricordato che da oggi in Croazia “si passa senza controlli, e da oggi i croati hanno come loro moneta l’euro, la seconda valuta mondiale che rende noi europei più forti nel mondo, l’euro è uno dei nostri più grandi successi“.

Invece su Twitter ha pubblicato un tweet con il seguente messaggio: “È la stagione dei nuovi inizi. E non c’è posto in Europa dove questo è più vero che qui in Croazia. Oggi il Paese entra nell’area Schengen e nell’Eurozona. Due traguardi immensi. Sono così felice di essere qui, in questo giorno di gioia e orgoglio per la Croazia“.

CROAZIA, ABOLITI VALICHI TERRESTRI E CON PORTI MARITTIMI

Alla viglia dell’ingresso del doppio allargamento di Zagabria, nell’area Schengen e nell’Eurozona, Ursula von der Leyen aveva dichiarato in un’intervista all’agenzia di stampa croata Hina che “la Croazia può essere fiera di entrare nell’Eurozona e nell’area Schengen perché riuscirà ad attrarre più investimenti, si creeranno nuovi posti di lavoro, crescerà l’economia, e potrebbe anche diventare un hub energetico europeo per fonti rinnovabili“. A mezzanotte sono stati aboliti 73 valichi di confine terrestri con Slovenia e Ungheria e 12 nei porti marittimi per le linee dirette verso l’Italia. La Croazia diventa il ventesimo membro dell’Eurozona, che non si allargava dal 2015 quando la Lituania adottò l’euro. Ma fino al 14 gennaio si potrà pagare con le kune croate. La Croazia, che è membro dell’Unione europea dal 2013, porta così a compimento la sua piena integrazione europea. Inoltre, per Ursula von der Leyeni suoi cittadini potranno godere di alcuni dei migliori benefici che la nostra Unione può offrire“.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Europa

Ultime notizie