SANTO DEL GIORNO/ 18 maggio 2011: san Giovanni I papa e martire

- La Redazione

Santo del giorno 18 maggio 2011: san Giovanni I papa e martire. Venne fatto arrestare e gettato in carcere dall’imperatore Teodorico perchè gli ariani erano stati definiti eretici

tutti_santiR400
Tutti i santi

Santo del giorno 18 maggio 2011: san Giovanni I papa e martire – Si festeggia oggi come santo del giorno San Giovanni I, papa e martire. Egli fu mandato dal re ariano Teodorico a Costantinopoli presso l’imperatore Giustino, e, primo tra i Pontefici della Chiesa Romana, celebrò in quel luogo il sacrificio pasquale. Una volta venuto via da lì, venne fatto arrestare e gettato in carcere dal medesimo Teodorico.
San Giovanni I era nato in Toscana e succedette a papa Ormisda il 15 agosto 523. Gli storici si dividono riguardo alla sua identificazione: secondo qualcuno sarebbe il Giovanni diacono autore di un’Epistola ad Senarium, importante per la storia del Battesimo e di come è cambiata la liturgia nei secoli, perchè si tratterebbe forse dell’unica testimonianza della tradizione della Chiesa romana di erigere e consacrare al sabato santo sette altari e di versare nel calice un miscuglio di latte e miele. Sempre Giovanni diacono sarebbe l’autore del trattato “De fide catholica”, trasmesso dagli antichi tra le opere di Severino Boezio.
San Giovanni I divenne papa quando era da poco stato fatto cessare lo scisma tra Roma e Costantinopoli. Dietro questa riconciliazione c’erano anche risvolti politici: i Goti infatti erano ariani e verso la fine del 524 Giustino pubblicò un editto con cui ordinava la chiusura delle chiese ariane di Costantinopoli e l’esclusione degli eretici da ogni funzione civile e militare. Teodorico di conseguenza costrinse il papa Giovanni I a recarsi a Costantinopoli per chiedere all’imperatore di revocare il decreto.

San Giovanni I fu accolto con ogni onore: gli andarono incontro in 15.000 con ceri e croci e il papa presiedette le solenni funzioni del Natale e della Pasqua.
L’imperatore Giustino accettò di restituire agli ariani le chiese confiscate, ma insistette nel privare dei diritti gli ariani convertiti al cattolicesimo che ridiventavano ariani. Teodorico, non contento, dopo aver fatto uccidere Boezio e Simmaco, arrivò anche a gettare in prigione a Ravenna il papa Giovanni I che morì il 18 maggio 526.

(santiebeati.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori