BAMBINA CALVA/ La mamma le regala una parrucca, ma la scuola gliela toglie e dà ragione ai bulli

- La Redazione

Bambina con alopecia: arriva dalla Gran Bretagna la storia di April, la bambina vittima dei bulli che soffre a causa di un’anomala perdita di capelli…

scuola_bambini_palestinesiR439
Foto: LaPresse

Sta facendo il giro del mondo la storia di April, la bambina che a causa di una parrucca rischia di essere espulsa dall’Istituto scolastico che frequenta ormai da qualche anno. La vicenda ha avuto inizio qualche anno fa, quando Lianne, la madre della piccola, ha notato il manifestarsi dell’alopecia sulla sua bambina di soli 4 anni, una malattia di cui lei stessa soffre da tempo. La donna ha cercato in tutti i modi di non turbare la serenità di sua figlia, ma anni dopo, la ragazza ormai 14 enne, ha iniziato a soffrire a causa della situazione, che spesso la vedeva vittima di prese in giro da parte dei bulli della scuola. Lianne ha così provato a risolvere la questione con un cappello, ma le rigide regole della scuola hanno imposto alla ragazza di disfarsi del copricapo. Messa alle strette, la donna ha quindi optato per una parrucca, che la piccola April ha subito indossato per mascherare la sua malattia. Anche in questo caso, però, la ragazza ha ricevuto un nuovo divieto da parte dell’istituto: la nuova soluzione adottata, infatti, infrange il regolamento.

Sta facendo discutere la decisione del Broad Oak Community Primary School di St Helens nel Merseyside, in Gran Bretagna. La scuola ha infatti respinto la richiesta di una bambina malata di alopecia di indossare la parrucca con la motivazione che la parrucca non rispetta l’uniforme adottata dalla scuola, ma la responsabile dell’istituto ha anche sottolineato come l’oggetto, scivolando dal capo, potrebbe essere pericoloso per l’incolumità degli altri studenti. “Sono davvero arrabbiata per quello che è successo perché hanno cercato di farmi credere che Apryl fosse più che felice di togliersi la parrucca, quando in realtà, tornando a casa, lei stessa mi ha detto che era molto triste, perché non voleva che le altre persone vedessero i suoi capelli”, ha detto la donna. A poco sono servite le parole di Lianne, che ha minacciato di togliere sua figlia dalla scuola. A quanto pare, infatti, dall’istituto è arrivata subito una nuova risposta, con la quale la responsabile ha chiarito che nella loro scuola ci sono dei bambini malati di cancro e di conseguenza il personale è abituato ad avere a che fare con casi simili. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori