Roberto Spada spacca il naso a un giornalista/ Video, aggredita troupe di Nemo: fermato dalla polizia

- Carmine Massimo Balsamo

Troupe di Nemo aggredita a Ostia: due giornalisti della trasmissione di Rai Due sono stati picchiati da Roberto Spada e un suo sodale, naso rotto per Daniele Piervincenzi

nemonessunoescluso
Nemo, nessuno escluso

Nuovi aggiornamenti su Roberto Spada, protagonista ieri dell’aggressione al giornalista Daniele Piervincenzi e il film maker Edoardo Anselmi, inviati del programma Nemo – Nessuno escluso. Il membro del club Spada ha spaccato il naso all’inviato del programma in onda su Rai Due, trenta giorni di prognosi per lui, ma sono arrivati importanti novità sulla posizione dell’ostiense: come riporta l’Ansa, Roberto Spada è stato fermato nel pomeriggio dai carabinieri del nucleo investigativo e della compagnia di Ostia su disposizione della procura di Roma in relazione all’aggressione del giornalista Piervincenzi. Notizia confermata anche da Paolo Poggio, giornalista di Rai News: “I Carabinieri del Nucleo Investigativo e della Compagnia di Ostia hanno fermato Roberto Spada in esecuzione di un decreto di fermo del PM della Procura della Repubblica di Roma DDA”. Attesi aggiornamenti nelle prossime ore su Spada, con il servizio completo dell’aggressione in onda nella puntata di Nemo, Nessuno escluso di questa sera. (Agg. Massimo Balsamo)

CASAPOUND PRENDE LE DISTANZE

Roberto Spada spacca il naso a un giornalista, bufera a Ostia. Il membro del clan Spada ieri ha aggredito, insieme ad un sodale il giornalista Daniele Piervincenzi e il film maker Edoardo Anselmi, inviati del programma Nemo – Nessuno escluso, per le domande rivoltegli sul collegamento con Casapound. Nelle ultime ore gli esponenti del partito di estrema destra hanno preso posizione sulla vicenda e in questi minuti è in corso una conferenza stampa ad Ostia. Luca Marsella, candidato alle amministrative per Casapound, ha commentato: “Io non devo rispondere di nulla, Roberto Spada non è un militante di Casapound e non rispondo delle sue iniziative. E’ un gesto sbagliato, come è sbagliato la strumentalizzazione di quel gesto nei nostri confronti”. Un attacco, dunque, contro la stampa che ha collegato Roberto Spada e il partito. E sottolinea successivamente: “Condanno ogni tipo di criminalità organizzata, malaffare in corso a Ostia”. (Agg. Massimo Balsamo)

DI STEFANO: “VIOLENZA SEMPRE DEPRECABILE”

Daniele Piervincenzi si era recato da Roberto Spada per chiedere delucidazioni sui legami del suo clan col movimento politico di destra che ha ottenuto un grosso exploit nel primo turno delle elezioni Municipali ad Ostia, Casapound. E proprio il vicepresidente di Casapound, Simone Di Stefano, ha voluto prendere le distanze sull’accaduto e soprattutto sul comportamento di Spada, ritenuta una reazione violenta in nessun modo riconducibile a Casapound. Questo il testo del tweet di Di Stefano: “Ci vuole poco a fare chiarezza. Roberto Spada non è un esponente di CasaPound. Con lui non condividiamo nulla, se non una sua presenza ad una festa per bambini in piazza 18 mesi fa. Non rispondiamo certo delle sue azioni e la violenza è sempre deprecabile.” Successivamente con un altro tweet, incalzato da molte domande sul social network, Di Stefano ha specificato di non voler rilasciare ulteriori dichiarazioni sull’accaduto: “

PROGNOSI DI 30 GIORNI PER PIERVINCENZI

Troupe di Nemo aggredita ieri martedì 7 novembre 2017. Due inviati del programma Nemo Nessuno Escluso in onda su Rai Due, il giornalista Daniele Piervincenzi e il film maker Edoardo Anselmi, sono stati violentemente aggrediti a Ostia da Roberto Spada, un membro della nota famiglia Spada, e da un suo sodale. Il giornalista Piervincenzi si è recato, insieme al collega, a Ostia per realizzare un servizio sul voto nel municipio di domenica 5 novembre 2017 ed ha incontrato Roberto Spada di fronte la palestra che gestisce, così da chiedergli un commento sul sostegno a Casapound, che a sorpresa ha raccolto quasi il 10 per cento dei consensi. L’endorsement di Spada per il gruppo di estrema destra è stato pubblicato su Facebook, con Spada che, dopo aver risposto a diverse domanda, all’improvviso ha dato una violenta testata a Piervincenzi, poi rincorso e picchiato con un bastone. Successivamente, insieme ad un’altra persona, si è diretto verso il film maker Edoardo Anselmi, picchiato con calci e pugni. Come riporta l’Ufficio Stampa Rai, “Piervincenzi ha il setto nasale rotto e una prognosi di 30 giorni”.

ROBERTO SPADA: “LA PAZIENZA HA UN LIMITE”

Nella puntata di domani 9 novembre 2017, Nemo manderà in onda il servizio di Piervincenzi, con Roberto Spada che pochi minuti fa ha pubblicato un post su Facebook: “Perdonatemi…..io comprendo e rispetto il lavoro di tutti…dopo un’ora e mezza di continuo “non voglio rilasciare nessuna intervista”….entrava a forza in una associazione per soli soci… disturbando una sessione e spaventando mio figlio…. voi che avreste fatto???”. Un raptus di nervosismo per Roberto Spada, che ha sottolineato il periodo che sta vivendo: “Negli ultimi 10 giorni sono venuti almeno 30 giornalisti a scoglionare….la pazienza ha un limite”. La polemica si è innescata per il sostegno del clan Spada a Casapound e, secondo Il Fatto Quotidiano, domenica, a urne aperte, alcuni testimoni oculari hanno raccontato che persone riconducibili al clan Spada erano davanti ai seggi della zona. Luca Marsella, numero uno di Casa Pound di Ostia, ha commentato così la vicenda: “Dice che Casapound prende voti nei quartieri popolari. Questo succede perché CasaPound sostiene gli italiani. Non faremo favori a nessuno e condanniamo qualsiasi forma di malaffare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori