AUTOSTRADE / Bollettino traffico e viabilità: incidente mortale sull’A24 (ultime notizie, oggi 11 maggio 2017)

- Matteo Fantozzi

Autostrade, bollettino traffico, situazione e info: Ultime notizie in tempo reale, oggi 11 maggio 2017 sulla viabilità. Incidente mortale sull’A24. I cantieri aperti nella notte. 

traffico_autostrade_1_lapresse_2017
Immagine di repertorio (LaPresse)

Purtroppo la giornata di ieri ci ha raccontato di un’altra vittima sulle autostrade italiane. Infatti ha perso la vita una ragazza di ventiquattro anni di nome Nikita Ricci come riportato da Tusciaweb.eu. Il tutto è avvenuto nel pomeriggio sull’A24 all’altezza di Roma. Tra lo svincolo via Fiorentini e quello della via Togliatti in direzione Grande Raccordo Anulare si sono scontrati un mezzo pesante e una moto di grande cilindrata. Purtroppo anche se i soccorsi sono arrivati in maniera tempestiva sul luogo dell’incidente non c’è stato niente da fare per questa giovane ragazza. Non sono note al momento però le dinamiche dell’impatto e su chi avesse commesso la manovra errata. Di sicuro rimane il dolore per una tragedia che doveva essere evitata.

Sono diversi i cantieri che sono stati aperti nella notte sulle autostrade italiane e che hanno portato a diversi interventi da parte degli addetti alla sicurezza. Il portale istituzionale Autostrade.it ha specificato tutte le situazioni più critiche che vanno monitorate per vedere se si andrà incontro al traffico nelle prime ore del mattino. partiamo dall’A1 Bologna-Firenze dove al chilometro 254.672 è stato chiuso fino alle ore sei il tratto tra Bivio A1-Variante e Aglio km 255. Sull’A3 Napoli-Salerno invece è stato chiuso il tratto Scafati Angri al chilometro 29.8 direzione Reggio Calabria e nell’altro senso, verso Napoli al chilometro 25, il tratto Angri-Scafati. Chiudiamo l’analisi dei cantieri con la Complanare Milano-Poasco-Via Emilia dove al chilometro 0.2 direzione autostrada Milano-Napoli troviamo chiuso il tratto tra il bivio raccordo piazzale Corvetto e il bivio A1 Milano-Napoli fino alle ore due. Quest’ultima è sicuramente la situazione che offre meno preoccupazioni anche perché dalle due sarà abbastanza facile sistemare la situazione in vista delle prime ore della mattinata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori