ITALIANA UCCISA A COLPI DI MACHETE/ Kenya, rapina in villa finisce nel sangue: grave il marito

- Silvana Palazzo

Italiana uccisa a colpi di machete in Kenya: rapina in villa finisce nel sangue. Grave il marito, che però non sarebbe in pericolo di vita. Le ultime notizie sulla violenta aggressione

kenya_pixabay Kenya, italiana uccisa a colpi di machete

Un tentativo di rapina è finito in tragedia in Kenya per una coppia di anziani italiani: Maria Laura Satta è stata uccisa, mentre il marito, Luigi Scassellati, è ricoverato in ospedale. La Farnesina ha confermato che le sue condizioni sono gravi. La coppia di imprenditori ha un’azienda di macchine per ufficio, la Seted srl. Da qualche tempo avevano deciso di godersi la pensione in Kenya: erano soliti trascorrere un periodo dell’anno in un cottage a duecento metri dall’Oceano indiano. Stando a quanto riportato dal sito Africa Express, i due stavano trascorrendo una domenica tranquilla, fino a quando l’uomo è uscito di casa per chiudere il cancello dall’interno. Il loro giardiniere, Lewis, era uscito di buon mattino per recarsi a una funzione religiosa. Quando si è avvicinato al muro di cinta si è trovato davanti gli aggressori che lo hanno colpito ripetutamente con il panga, un coltello simile a un machete, e con i bastoni. Poilo hanno trascinato all’interno dell’abitazione, lasciando una lunga scia di sangue. In casa hanno picchiato selvaggiamente la moglie, che era in bagno, e l’hanno lasciata senza vita sul pavimento. Dopo aver messo a soqquadro l’abitazione sono fuggiti con il bottino.

KENYA, ITALIANA UCCISA A COLPI DI MACHETE

RAPINA IN VILLA A MOMBASA FINISCE NEL SANGUE

A lanciare l’allarme non i vicini, che non si sarebbero accorti di nulla, ma un altro cittadino italiano, di nome Fabio, amico della coppia. Avrebbe dovuto pranzare con loro nella villa e aveva comprato il pesce per l’occasione, ma quando li ha chiamati per confermare l’appuntamento non ha ricevuto risposta. Insospettitosi, è andato a controllare intorno a mezzogiorno. Ha trovato il cancello chiuso, quindi ha chiamato a gran voce Luigi, udendo un debole rantolo dall’altra parte. A quel punto ha deciso di scavalcare il muro di cinta: quando si è precipitato in casa ha trovato la porta spalancata e i due corpi in un lago di sangue. Luigi Scassellati è stato trasportato d’urgenza al Mombasa Hospita, dove versa in gravi condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita. Per sua moglie, Maria Laura Satta, non c’è stato invece nulla da fare. L’ambasciata italiana e il console onorario a Mombasa ora sono in contatto con i familiari per prestare assistenza, d’intesa con la Farnesina. Stando a quanto riportato dal Giornale di Treviglio, i due anziani sono i genitori dell’assessore al Commercio e attività produttive di Mozzanica, Stefano Scassellati.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie