SALDI ESTIVI 2017/ Caccia all’affare giusto, ma la partenza è in sordina? (ultime notizie)

- Silvana Palazzo

Saldi estivi 2017 sono cominciati: le ultime notizie di oggi, lunedì 3 luglio 2017. Caccia all’affare giusto, ma la partenza è in sordina? Gli aggiornamenti su ribassi e offerte

Saldi_Shopping_Lapresse
Lapresse

SALDI ESTIVI 2017: PARTENZA IN SORDINA? (ULTIME NOTIZIE)

Con l’inizio dei saldi estivi 2017 è partita la caccia alle offerte e alle occasioni. La lista dei desideri può anche essere infinita, ma lo stesso non si può dire dei saldi. La partenza però è avvenuta con il freno a mano un po’ tirato, perché di questi tempi non è possibile lasciarsi andare agli eccessi, anzi gli sprechi sono del tutto vietati. L’impressione tutto sommato è positiva: tanta gente ha sfruttato il weekend per accaparrarsi i capi migliori ad un buon prezzo. Bisogna poi tener conto del boom di turisti stranieri, attirati dai marchi di lusso italiani. Al Serravalle Outlet, il centro più grande d’Europa, c’è stato un incremento del 40% delle presenze rispetto all’anno scorso. Nella serata di sabato sono state toccate addirittura le 40mila presenze, quindi il trend è molto positivo. E per richiamare sempre più visitatori la direttrice Daniela Bricola lo ha reso anche un luogo di intrattenimento. I negozi rimarranno aperti fino alle 24 per i saldi il venerdì.

SALDI ESTIVI 2017: IL CASO VENETO (ULTIME NOTIZIE)

Sono contrastanti i pareri sui saldi estivi 2017: c’è infatti chi ritiene che la partenza sia a rilento. Non c’è stata la corsa all’acquisto, ad esempio, in Veneto e questo per un motivo semplice: molti sconti e ribassi sono stati applicati già da diversi giorni. In ogni caso veronesi e turisti non hanno rinunciato alle occasioni proposte dai negozi, preparatisi per l’occasione con vetrofanie e cartelli colorati. I saldi sono finalmente usciti allo scoperto: le vetrine dei negozi sono tappezzate di numeri e percentuali che indicano il risparmio su capi e oggetti in vendita. La forbice spazia dal 20 al 50 per cento, ma non mancano ribassi più sostenuti. Ci sono negozi che propongono sconti del 60% e addirittura del 70%, ma bisogna ovviamente fare attenzione alle eventuali fregature. Questi super sconti spesso celano merce non nuova o si tratta in realtà vengono applicati su prezzi vecchi falsi. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori