ESPULSO FALSA “MIMO” A FIRENZE/ 24enne romena derubava turisti in centro

- Fabio Belli

Firenze, provvedimento d’espulsione per falsa “Mimo”. 24enne romena derubava turisti in centro, fingeva di essere un’artista e aveva già diverse denunce alle spalle

firenze_web_207
Firenze pronta per la festa di San Giovanni

Una romena di 24 anni è stata espulsa dalla città di Firenze, dopo aver passato diversi mesi a spacciarsi per artista nel centro storico del capoluogo toscano. La ragazza fingeva di essere un mimo, col viso dipinto di bianco e un fiore in mano nell’atteggiamento tipico dei mimi che dopo le loro performance chiedono un’offerta ai turisti di passaggio. Peccato che la 24enne puntasse solamente a distrarre i passanti e a derubarli quando possibile. Altrimenti, chiedeva insistentemente soldi, a volte assumendo anche un atteggiamento intimidatorio. Aveva già subito diverse denunce ma era sempre riuscita a far perdere le sue tracce: alla fine nella giornata di giovedì scorso la polizia l’ha rintracciata, per giunta in un edificio occupato abusivamente, e l’ha espulsa dall’Italia, imbarcata su un volo per Bucarest anche in virtù dei precedenti provvedimenti di allontanamento pendenti.

I RINGRAZIAMENTI DI NARDELLA

Erano i turisti stranieri le vittime preferite della 24enne romena, che si fingeva mimo e sfruttava il suo aspetto rassicuramnte per riuscire a derubarli o comunque a infastidirli, visto che tra i reati a lei imputati durante la sua permanenza a Firenze, con diverse denunce di agenti della questura e della polizia municipale, c’erano urto aggravato, travisamento in luogo pubblico, resistenza a pubblico ufficiale, atti osceni compiuti davanti a minori, rifiuto di fornire le proprie generalità, molestie e disturbo alle persone. L’ordine di allontanamento emesso dal questore Alberto Intini è stato decisivo per rintracciare definitivamente la falsa artista, nonostante le precedenti denunce l’avessero già di fatto messa sul piede di partenza dall’Italia. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha ringraziato le forze dell’ordine visto che il problema dei falsi mimi sta diventando una peculiarità del capoluogo toscano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori