Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: 22enne del Gambia suicida dopo il rifiuto di asilo politico (18 ottobre)

- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: un 22enne del Gambia si è suicidato dopo che gli era stato rifiutato l’asilo. Progetto rigetto del bilancio italiano. (18 ottobre 2018).

immigrazione_migranti_clandestini_sbarchi_11_lapresse_2018
LaPresse

Un ragazzo 22enne originario del Gambia si è ucciso a Castellaneta Marina nella casa che divideva con altri connazionali. Il ragazzo, Amadou Jawo, giunto in Italia due anni fa su uno dei barconi in arrivo nelle coste settentrionali del bel paese, aveva negli scorsi giorni ricevuto il diniego all’asilo politico. Jawo che ha passato una parte della sua permanenza in Italia presso il centro di prima accoglienza di Lecce, si spaventava di essere additato come un fallito e per questo, a detta dei suoi amici, ha deciso di farla finita. I suoi connazionali supportati dall’associazione Babele hanno lanciato una sottoscrizione in rete per raccogliere i soldi necessari per il rimpatrio della salma.

Probabile rigetto del bilancio italiano

Parlando con i giornalisti il l commissario europeo al Bilancio, Guenther Oettinger, ha affermato che molto probabilmente il bilancio italiano sarà bocciato in maniera netta dalla commissione europea. Oettinger ha posto l’attenzione con i giornalisti tedeschi dello Spiegel online come la manovra non rispetti nessuno dei paletti imposti in sede di redazione di bilancio comunitario. Il commissario europeo poco dopo ha rettificato le sue affermazioni tramite un Tweet, in quest’ultimo ha affermato che la probabile bocciatura è un pensiero personale e non ancora confermato in sede di commissione. Immediate le repliche del governo del Bel Paese, con Luigi di Maio che consiglia all’alto esponente politico di mordersi la lingua prima di parlare, e con Matteo Salvini che conferma l’intenzione dell’esecutivo a tirare avanti senza apportare nessuna modifica. Una bocciatura della legge di bilancio, porterebbe automaticamente all’apertura di una procedura di infrazione.

Terzo giorno di disagi a Milano

Per il terzo giorno consecutivo i milanesi si sono risvegliati con un odore acre che avviluppa la loro città. L’odore proveniente da un incendio di un capannone abusivo pieno di rifiuti sito a Bovisasca sta portando molti cittadini di Milano e provincia a dotarsi di mascherine protettive. Il capannone, dove erano stoccati 16mila metri cubi di rifiuti, non è ancora del tutto spento nonostante il lavoro continuo di decine di vigili del fuoco, i venti che soffiano in maniera predominante da Nord Est fanno il resto e di fatto rendono l’aria irrespirabile. Da segnalare inoltre alcuni casi di arrossamento degli occhi e arrossamento della cute, tutte sintomatologie che i dottori sono sicuri passeranno, una volta che l’incendio sarà completamente domato.

Lucano esiliato da Riace

Ha avuto i domiciliari revocati ma non potrà mettere piede nel suo paese. Cosi il Sindaco di Riace Mimmo Lucano dice di girovagare, stante che non ha un luogo fisso dove abitare al di fuori della sua casa dove stava scontando i domiciliari. Il sindaco che è diventato il simbolo dell’integrazione non è però abbattuto e racconta delle centinaia di messaggi ricevuti non solamente da semplici cittadini ma anche da presidenti di Regione. Per Lucano la sua lotta è quella contro la barbarie di una parte politica, una parte che instilla odio a posto di integrazione. Nei prossimi giorni Lucano deciderà dove passare il suo “esilio”.

Dybala torna oggi in Italia, visite per lui

Oggi si saprà qualcosa in più dell’infortunio di Paulo Dybala. L’attaccante della Juventus si è infatti procurato un problema al ginocchio destra nella gara Argentina-Brasile dalla quale è uscito al minuto 59 costretto ad applicare ghiaccio sopra e sotto l’articolazione. Le immagini dalla panchina dell’albiceleste hanno fatto presto il giro del web, con la Juventus che ha voluto però rassicurare i tifosi. Oggi probabilmente saranno effettuati gli esami strumentali del caso per vedere quando il calciatore tornerà a disposizione. Intanto Max Allegri però ritrova Douglas Costa che in allenamento ha giocato nella partitella contro il Chieti di ieri dove si è visto protagonista, manco a dirlo, Cristiano Ronaldo. Il portoghese è rimasto alla Continassa per prepararsi in vista del ritorno in campo per campionato e Champions.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori