ISTAT, TASSO DI DISOCCUPAZIONE SALE/ Ultime notizie, la Boschi “Bravo Di Maio, capolavoro”

- Davide Giancristofaro Alberti

Stando all’Istat, il tasso di disoccupazione è salito al 10.1% durante il mese di settembre, un più 0.3% rispetto ad agosto del 2018. In totale sono in cerca di lavoro 2.6 milioni di persone

Stando all'Istat, il tasso di disoccupazione è salito al 10.1% durante il mese di settembre, un più 0.3% rispetto ad agosto del 2018. In totale sono in cerca di lavoro 2.6 milioni di persone

L’Istat ha diffuso i dati riguardanti il tasso di occupazione e disoccupazione relativi al mese di settembre 2018. Rispetto ad agosto si è registrata una flessione nelle occupazioni, visto che le persone che sono attualmente senza un lavoro sono 2.6 milioni, lo 0.3% in più rispetto ai dati relativi ad agosto 2018. Inoltre, sempre in base a quanto fornito dall’istituto di statistica italiana, a settembre è aumentata anche l’età media dei lavoratori, con gli over 50 che sono 8.546.000, più 22mila rispetto ad agosto, e 330mila in più rispetto allo stesso mese del 2017. Perde unità invece la fascia centrale di lavoratori, quella fra i 35 e i 49 anni, con 55mila persone in meno rispetto ad agosto, e 154mila di differenza nei confronti dei dati di settembre 2017. Sulla vicenda si è espressa la democratica Maria Elena Boschi, che attraverso Twitter ha scritto ironica: «Primi effetti del decreto dignità, eravamo scesi sotto il 10% e oggi invece la disoccupazione torna a salire. Bravo Di Maio, capolavoro». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

RISALE LA DISOCCUPAZIONE

Torna a salire il tasso di disoccupazione in Italia. Stando agli ultimi dati rivelati dall’Istat, l’istituto di statistica italiana, durante il mese di settembre la percentuale di persone che non ha un’occupazione è salita dello 0.3%, portando il dato generale al 10.1%. Dopo la crescita occupazionale che si era registrata ad agosto, si ha quindi una lieve tendenza negativa, con il tasso di occupazione pari al 58.8%, e gli occupati totali che sono invece 23.308.000. Nello specifico, sono diminuiti i dipendenti permanenti, con una flessione di 77mila unità, mentre sono aumentati di 27mila i contratti a termine e gli indipendenti di 16mila. Nel contempo, è risalito il tasso di disoccupazione giovanile, pari al 31.6% a settembre 2017.

2.6 MILIONI IN CERCA DI LAVORO

Una flessione “positiva” dello 0.2% rispetto ad agosto 2018, ma comunque in calo di 3 punti percentuali rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Nella fascia di età compresa fra i 15 e i 24 anni, il tasso di occupazione è pari al 17.3%, invariato rispetto al mese di agosto, con 1.019.000 persone occupate, e 470mila disoccupati. Attualmente le persone in cerca di lavoro sono 2.613.000, 81mila in più rispetto ad agosto 2018, ma comunque in calo di circa 288mila unità rispetto al settembre del 2017. Dopo i dati Istat pubblicati nella giornata di ieri sulla crescita stagnante dell’Italia nel terzo trimestre, altri numeri non propriamente positivi per la nostra nazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA