LA ROCCA DI ARIGNANO RINASCE/ Il castello infestato ha due nuovi proprietari: “Nessuna traccia dei fantasmi”

- Rossella Pastore

La Rocca di Arignano ha due nuovi proprietari, una coppia piemontese che intende donarle una seconda giovinezza. Senza temere per i fantasmi: “Nessuna presenza avvertita”, assicurano.

rocca_di_arignano_2018
La "nuova vita" della Rocca di Arignano

La Rocca di Arignano risorge. Lo fa grazie a due nuovi acquirenti, una coppia torinese che si è letteralmente “innamorata” del castello. L’edificio, in vendita da due anni, non è mai stato visitabile. Fino ad oggi, almeno: Luca Veronelli ed Elsa Panini intendono ammodernarla nello stile piemonetese. “La Rocca è patrimonio di tutti. Vogliamo condividere il progetto con i cittadini di Arignano e poi con tutti gli appassionati di cultura del territorio”. Non solo: “Nei prossimi mesi apriremo il cantiere a visite guidate per illustrare l’avanzamento dei lavori”. Il castello sorge nella parte più alta di Arignano, paesino medievale di cui è simbolo sin dal XV secolo.

L’ipotesi fantasma

Il castello farà da sfondo a lezioni di cucina e storia locale, aprendo i battenti a compaesani e non solo. “La Rocca di Arignano è un luogo meraviglioso, non solo per la storia custodita all’interno delle sue mura, ma per la collocazione alle porte del Monferrato e per un territorio ricco di tradizione e cultura del cibo”. C’è anche qualcos’altro che la caratterizza: la (presunta) presenza di uno spettro che si aggirerebbe per le sale del palazzo. Per ora – a detta dei proprietari – nessun fantasma si è palesato. “È un aspetto che arricchisce il fascino di un luogo unico in Piemonte”, affermano fieri. L’investimento previsto ammonta a 2,5 milioni di euro. I lavori dureranno circa un anno, coadiuvati dalla Sovrintendenza ai beni storici della Regione Piemonte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori