Umberto Marzotto, morto ex marito di Marta e padre di Matteo/ Soffriva da tempo di una malattia degenerativa

- Silvana Palazzo

Umberto Marzotto, morto ex marito di Marta e padre di Matteo: soffriva da tempo di una malattia degenerativa. Un altro lutto per la famosa dinastia

umberto marta marzotto
Umberto Marzotto, morto ex marito di Marta e padre di Matteo

È morto Umberto Marzotto, ex marito di Marta Vacondio Marzotto, morta nel 2016, e padre di 5 figli, tra cui Matteo, manager e imprenditore che è stato presidente della Fiera di Vicenza. Terzo figlio del conte Gaetano jr, Umberto si era occupato a Portogruaro delle attività di famiglia e da anni si era trasferito a Lugano, dove è morto. Suo il merito di aver trasformato l’azienda tessile di famiglia in un modello sociale e in un colosso industriale dell’abbigliamento. Umberto Marzotto aveva 92 anni e da tempo soffriva di una malattia degenerativa. Come riportato dal Giornale di Vicenza, da almeno quattro soffriva di una grave malattia invalidante che gli aveva di fatto impedito di restare operativo nella sua vita di imprenditore. La dinastia Marzotto perde un altro rappresentante quest’anno, dopo la scomparsa di Pietro lo scorso 26 aprile. La camera ardente sarà allestita il 2 gennaio alla Zignago di Portogruaro, mentre i funerali si terranno il giorno successivo a Valdagno.

MORTO UMBERTO MARZOTTO, ALTRO LUTTO PER LA DINASTIA

Umberto Marzotto conobbe Marta Vacondio agli inizi degli anni ’50. Due anni dopo il matrimonio, da cui sono nati cinque figli. La contessa si è chiamata Marzotto per tutta la vita, anche dopo il divorzio dal conte e pure quando, negli anni ’60, visse il suo amore con il pittore Renato Guttuso di cui è stata musa ispiratrice. Sebbene Umberto Marzotto si fosse trasferito fuori provincia da decenni, sarà proprio la città della lana ad accompagnarlo nell’ultimo saluto. I funerali alle 11 del 3 gennaio nel duomo di San Clemente a Valdagno, lì dove la salma riposerà, come quella dei fratelli, nella cappella di famiglia nel cimitero. Il codice genetico della famiglia è infatti un tutt’uno con la città di Valdagno. Otto mesi dopo l’addio al conte Pietro, la famiglia Marzotto piange dunque un altro lutto, la morte di Umberto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA