LAURA, 17ENNE SUICIDA A ROMA/ La famiglia “Non si è suicidata, c’è qualcuno coinvolto” (Chi l’ha visto?)

Laura, 17enne suicida a Roma: si indaga sulla vicenda della giovane che a San Valentino si è tolta la vita gettandosi da un palazzo (Chi l’ha visto?)

05.12.2018, agg. alle 12:00 - Carmine Massimo Balsamo
Laura, 17enne di Montecchio morta suicida a Roma?

Continua ad avere molti lati oscuri la vicenda di Laura, la 17enne di Orvieto che secondo gli inquirenti si sarebbe suicidata il 14 febbraio scorso, gettandosi da un palazzo di Roma. Sono però moltissime le domande che ancora non hanno risposta, come sottolinea la puntata di stamane di Chi l’ha visto? Ad esempio, c’è il famoso test di gravidanza che Laura ha acquistato prima di recarsi nel palazzo dove poi si è tolta la vita, un test che non è stato più ritrovato. La ragazza non era incinta, come ha constatato l’esame autoptico, e forse questa delusione l’ha spinta a farla finta? Ma nessuno della famiglia crede che la ragazza si sia tolta la vita, piuttosto, si pensa che qualcuno l’abbia spinta a farlo, come ad esempio ha sostenuto anche il suo avvocato, parlando alla trasmissione di Rai Tre: «Qualcuno ha incontrato Laura in quel famoso palazzo e per qualche verso si è verificato questo evento. Ci sono una serie di elementi che meritano di essere approfonditi, anche l’autopsia non ci fornisce tutte le risposte». C’è poi la questione dello spacciatore arrestato 13 giorni dopo la morte di Laura, che ammette di avere la ragazza sulla coscienza, e infine, la rapina nell’abitazione della vittima, con i ladri che hanno colpito solamente la camera della ragazza. Le indagini sono considerate chiuse, ma i genitori spingono affinché si faccia chiarezza. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

L MISTERO DI LAURA A CHI L’HA VISTO?

Nuova puntata di Chi l’ha visto? e nuovi aggiornamenti sul caso di Laura, la 17enne di Montecchio morta a Roma lo scorso 14 febbraio, nel pomeriggio di San Valentino. Gli inquirenti hanno chiuso il caso certi che si tratti di un suicidio, con un volo dal settimo piano di un palazzo vicino piazza Bologna risultato fatale, ma restano i dubbi: «che ci faceva lì la piccola Laura? Chi conosceva in quel palazzo? Si archivia il caso come suicidio, ma sono molti i punti oscuri di questa storia». Come emerso dalle indagini, quella tragica mattina la diciassettenne non è andata a scuola a Orvieto, per recarsi a Roma Tiburtina in treno e raggiungere via Agrigento. Chi l’ha visto? ha evidenziato che la scelta del palazzo potrebbe non essere stata casuale: il giorno prima la giovane aveva incontrato un amico a cui aveva mostrato un borsellino con dei soldi all’interno, 700 euro in contanti.

LAURA ERA UN CORRIERE DELLA DROGA?

Secondo la ricostruzione della trasmissione condotta da Federica Sciarelli, basata sulle testimonianze raccolte dagli inviati, Laura veniva usata come tramite dello spaccio di hashish. Un amico della ragazza ha fatto il nome di un uomo, uno dei sospettati che avrebbe dovuto incontrare, il quale è andato su tutte le furie una volta raggiunto dalle telecamere di Chi l’ha visto?: «Lascia perdere. È successo che ce l’ho sulla coscienza, perché se ero andato da lei era ancora viva, levatevi. Io non stavo a Roma e voglio sapere pure io che è successo». Un caso sul quale il programma investigativo ha intenzione di fare luce; come dicevamo, sono diversi i punti oscuri sulla morte della giovane di Montecchio: le forze dell’ordine non hanno dubbi sul classificare l’episodio come suicidio, ma non sarebbe totalmente da escludere la pista di un omicidio, con qualcuno che avrebbe spinto la minorenne giù da quel maledetto palazzo in un pomeriggio di febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA