TURISMO E RIPRESA/ Investimento di 30 milioni per riqualificare il Planibel di La Thuile

- Bruno Zampetti

Il Planibel di La Thuile, situato in Val d’Aosta, è la più grande struttura alberghiera delle Alpi. E presto sarà rinnovata sotto la gestione di Th Resorts

Planibel_ThResorts
Il Planibel di La Thuile

Il Planibel di La Thuile, situato in Val d’Aosta, è la più grande struttura alberghiera delle Alpi, con 254 camere e 219 appartamenti. Presto sarà ristrutturato, senza interventi che aumentino le cubature, ma con lavori di riqualificazione in quattro specifiche aree: congressi, wellness, ricettività e cultura-intrattenimento. L’obiettivo è quello di favorire la destagionalizzazione dell’offerta turistica, in modo da sostenere l’occupazione e le attività locali. Il fondo Antirion Global Comparto Hotel, su mandato della Fondazione Enpam, ha affidato la gestione del complesso per 20 anni a Th Resorts, operatore turistico che controlla il 20% del mercato italiano del turismo di montagna. Gli investimenti previsti ammontano a 30 milioni di euro e i lavori dureranno al massimo 30 mesi, senza interferire con l’operatività gestionale alberghiera, garantendo così la normale attività turistica.

Graziano Debellini, Presidente di Th Resorts, ha spiegato che uno degli obiettivi dell’investimento è posizionare il Planibel su una fascia di clientela più alta, consentendo così di raggiungere target diversi con un’offerta differenziata e attraente anche all’estero. Giorgio Palmucci, Vicepresidente Th Resorts, ha ricordato come lo sviluppo delle catene alberghiere possa aiutare la crescita del turismo, risorsa importante per il Paese. Infine, Gaetano Casertano, amministratore delegato del tour operator, ha spiegato che altri investimenti ci saranno nelle strutture sia di montagna che di mare. Il Presidente della Regione Valle d’Aosta, Laurent Vierin, ha ricordato l’importanza di questo investimento nell’ottica di un’ampia strategia per rilanciare l’industria delle vacanze e la valorizzazione dei fattori chiave del territorio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori