Aquileia, marito e moglie trovati morti in un canale/ Giallo sui due anzioni: omicidio-suicidio?

Aquileia, marito e moglie trovati morti in un canale, giallo sui due anziani: omicidio-suicidio? Il ritrovamento è stato effettuato nelle scorse ore da parte del figlio dei due coniugi

carabinieri_sassi_auto_lapresse_2017
Immagine di repertorio (LaPresse)

Il corpo di una donna e di un uomo sono stati ritrovati nelle scorse ore in un canale di irrigazione in provincia di Udine, precisamente in località Aquileia, piccolo paesino di circa 3 mila abitanti. Stando a quanto sottolineato dal quotidiano Il Messaggero Veneto si tratta di una coppia di anziani residenti nella zona, precisamente a San Zili. Lei si chiamava Anna Maria Tomat, aveva 78 anni, ed era disabile, mentre il marito, Marcello Rigonat, ne aveva 84. A ritrovare i due anziani è stato il figlio, che prima ha scovato l’auto dei genitori parcheggiata lungo la strada di campagna, e insospettitosi si è quindi avvicinato, scoprendo appunto i due corpi. La donna era disabile, viveva su una sedia a rotelle che è stata trovata poco distante dall’auto.

L’AUTOPSIA FARA’ CHIAREZZA

Sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco, le ambulanze, i carabinieri di Palmanova e i sommozzatori, con questi ultimi che hanno provveduto a recuperare il corpo dei due coniugi. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire l’accaduto e non si esclude alcuna pista, anche quella di un omicidio suicidio. La donna aveva da tempo problemi di salute, e l’uomo potrebbe aver deciso di far cadere la moglie nel canale per disperazione, per poi togliersi a sua volta la vita, annegandosi. Non è da escludere anche una tragica fatalità, ovvero, che i due stessero passeggiando in riva al canale quando la carrozzina è scivolata, trascinando con se anche l’uomo. Sarà l’autopsia a fare chiarezza sulle cause della morte di marito e moglie.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori