Sant’Ettore/ Santo del giorno, il 20 giugno si ricorda il martire

- La Redazione

Il 20 giugno si celebra sant’Ettore. Fu un martire al tempo di Diocleziano, probabilmente in Grecia. In alcune località è festeggiato il 23 dicembre. 

croce2_pixabay_2017
Santo del giorno: San Lanfranco Beccari

Biografia di Sant’Ettore

Su Sant’Ettore si trovano pochissime notizie riguardanti la sua vita. Nei testi antichi più importanti infatti non si fa molto riferimento a questo santo, la cui festa cade il 20 giugno. Da quel poco che si evince, si può dire che Ettore è nato in terra greca intorno al 250 dopo Cristo. Il suo nome deriva dal greco Hektor e sta a indicare colui che è una persona forte e che è ben saldo. Il giovane nasce in una famiglia pagana. Sin da ragazzo però Ettore si sente affascinato dalla Parola di Gesù e dalla vita del Figlio di Dio. Per questa ragione, costui prende una decisione molto difficile, che lo porta dunque a convertirsi al Cristianesimo. Intanto, l’impero romano è sotto la guida di Gaio Valerio Diocleziano. Questo imperatore è considerato uno dei sovrani più crudeli della storia romana dell’antichità. Infatti, l’imperatore, tra il 299 e il 305 dopo Cristo dà via alle persecuzioni contro i cristiani. A causa del suo credo cristiano, anche Ettore viene perseguitato. Costui viene allora arrestato e sottoposto a delle estenuanti torture. Nonostante ciò, Ettore sceglie di non rinnegare il Cristianesimo e viene giustiziato. Dopo il martirio, costui viene dimenticato da tutti. Ad un certo punto, però, la Chiesa cattolica lo ha nominato Santo e la sua festa si celebra ogni anno il 20 Giugno. 

Santi e Beati del 20 Giugno

Oltre a sant’Ettore, il 20 giugno si celevrano altri santi: San Giovanni da Matera, San Lucano di Sabiona, San Metodio di Olimpo e San Gobano d’Irlanda. I Beati di questo stesso giorno sono Margherita Ball e Francesco Pacheco.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori