San Tommaso/ Il 3 luglio si celebra l’Apostolo detto Didimo

- La Redazione

Il 3 luglio si celebra San Tommaso Didimo, uno dei dodici apostoli di Gesù. È noto principalmente, grazie al Vangelo di Giovanni, per aver dubitato della risurrezione di Gesù.

croce2_pixabay_2017
Santo del giorno: San Lanfranco Beccari

Il 3 luglio la Chiesa cattolica cristiana ricorda e festeggia San Tommaso apostolo. Infatti, è stato uno dei dodici apostoli noto anche per essere stato riportato nel Vangelo secondo Giovanni per i suoi dubbi sulla resurrezione di Gesù, dicendo di voler apporre le proprie mani nel costato ferito del suo Maestro. Secondo la tradizione, San Tommaso è nato in Galilea nel primo secolo avanti Cristo ed è morto a Mylapore nell’attuale territorio dell’India. Patrono degli architetti, dei geometri e degli agrimensori San Tommaso è stato l’apostolo che ha voluto portare la parola del Signore verso Oriente e in particolare ha portato avanti opera evangelica nei territori che un tempo era controllati dal potente impero persiano e nell’attuale India. I resti della sua ossa tuttavia, oggi si trovano molto lontani da questi territori e in particolare riposano a Ortona in provincia di Chieti in Abruzzo presso la Basilica di San Tommaso apostolo. Le vicende relative alla vita di San Tommaso sono state riportate dai vari testi religiosi su cui si fondano la Chiesa Cristiana e in particolare la prima volta che sia fa riferimento a San Tommaso è sempre nel Vangelo secondo Giovanni quando si parla del miracolo compiuto da Gesù che riportò in vita Lazzaro.

La missione di San Tommaso

Come detto, dopo la resurrezione di Gesù Cristo, San Tommaso decise di partire, al pari degli altri apostoli per missione evangeliche in varie parti del mondo. Per prima cosa si recò in Siria e quindi si recò a Odessa e quindi a Babilonia dove ebbe modo di vivere per sette anni in Mesopotamia formando quella che è stata la prima storica comunità cristiana di queste terre. Intorno all’anno 52 dopo Cristo lasciò queste terre per spingere ancora più ad Est ed in particolare raggiunse l’India per via mare riuscendo a far convertire moltissimi indiani ed ebrei dando un importante contributo alla crescita della Chiesa. Il suo viaggio verso l’Oriente continuò ulteriormente fino ad arrivare in territori cinesi. A San Tommaso sono stati anche attribuiti alcuni testi ed in particolare dei vangeli apocrifi come il Vangelo di Tommaso, il Vangelo dell’infanzia di Tommaso e il Libro di Tommaso senza dimenticare l’Apocalisse di Tommaso. Dopo la sua morte San Tommaso è stato venerato in tutta Europa ed in particolare nel corso del Medioevo, era stata istituto un antico pellegrinaggio conosciuto come il Cammino di San Tommaso che prevedevano un percorso che conduceva da Roma ad Ortona.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori