Morso da vipera, 20enne in rianimazione/ Ultime notizie Aosta: sarebbe stato colpito sul volto

- Silvana Palazzo

Aosta, morso da vipera: 20enne in rianimazione. Ultime notizie: il giovane sarebbe stato colpito sul volto. Trasferito in elisoccorso all’ospedale Parini: la prognosi è riservata.

vipera_wikipedia_2018
Morsa da una vipera, muore dopo 15 giorni di agonia (Wikipedia)

Un ragazzo di venti anni è finito in rianimazione per il morso di una vipera. Il giovane valdostano si trovava nella valle di Clavalité, sopra Fenis, quando è stato morso dal serpente. Il 20enne è stato recuperato con l’elisoccorso e trasferito all’ospedale Parini di Aosta: è ricoverato nel reparto di Rianimazione e la prognosi è riservata. Secondo una prima ricostruzione di quanto accaduto, riportata dall’Ansa, il giovane sarebbe stato morso sul volto. Dopo avrebbe avuto una reazione allergica al veleno del rettile. Con l’arrivo della stagione calda può capitare di incontrare una vipera e purtroppo anche di venire morsi. Di solito lascia due fori a distanza di circa un centimetro l’uno dall’altro, ma in alcuni casi il buco può essere uno perché l’animale potrebbe avere perso uno dei denti. Subito compaiono diversi sintomi, come forte dolore nella zona colpita, tumefazione, livido e necrosi, ma nei casi più gravi.

MORSO DA VIPERA, COSA FARE (E COSA EVITARE)

La prima cosa da fare quando si è morsi da una vipera è recarsi subito al pronto soccorso. Mai indugiare, perché il morso della vipera può rivelarsi fatale. Ci sono comunque alcuni consigli utili da tener presente in attesa dei soccorsi: non alzare il punto in cui si è stati morsi sopra il livello del cuore per evitare di facilitare l’arrivo del veleno al cuore, non usare lacci emostatici per bloccare il veleno, in incidere la ferita o cercare di far uscire il veleno, non disinfettare con alcol. Quel che serve è il siero anti veleno, che viene somministrato in ospedale per i casi più gravi. I casi di morte per un morso di vipera sono molto rari e riguardano alcune tipologie di persone, come anziani e bambini o persone con problemi di salute. Per ridurre al minimo il rischio di un morso è bene evitare di camminare scalzi tra la vegetazione. L’ideale sarebbe indossare scarpe che arrivano sopra la caviglia e calzature pesanti che possono fare da barriera. Il bastone può essere utile per avvisare del proprio arrivo: la vipera in questi casi tende a fuggire. Altrimenti va bene comunque sbattere i piedi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori