“Prete convinse mamma a dare eredità a uno solo di 11 figli”/ Gravina, rissa in chiesa: Don Saverio si difende

“Prete convinse mamma a dare eredità a uno solo di 11 figli”: l’incredibile storia da Gravina, culminata con una rissa in chiesa, la storia a Pomeriggio 5

10.01.2019 - Emanuela Longo
Rissa in chiesa per eredità contesa
Rissa in chiesa per eredità contesa (Twitter, Pomeriggio 5)

A Pomeriggio 5, oggi una storia incredibile con protagonista un uomo, Vito, il quale sarebbe stato coinvolto in una rissa in chiesa avvenuta lo scorso dicembre, per via di un fatto risalente a 14 anni fa e relativo ad una eredità contesa tra 11 fratelli. Vito sarebbe stato picchiato violentemente dal prete, Don Saverio e dal fratello dopo essere andato a protestare per una storia risalente a oltre dieci anni fa quando il parroco avrebbe convinto la madre Antonia a firmare un documento nel quale lasciava l’intera eredità da un milione di euro a uno solo dei suoi numerosi figli. L’anziana 86enne, alla trasmissione di Barbara d’Urso ha commentato: “Vogliamo giustizia, eravamo chiusi a chiave e non potevamo uscire”, al momento della firma. Il suo racconto è stato confermato anche da altre due figlie in collegamento. “Hanno obbligato mia madre a firmare la carta, il prete diceva che sarebbero stati cacciati dalla chiesa”, ha aggiunto una delle figlie. Ma perché avrebbe costretto la donna, anche in presenza del marito poi deceduto, a firmare questo documento relativo all’eredità? Quali erano gli interessi del prete? “Non lo sappiamo, per quello vogliamo giustizia”.

RISSA IN CHIESA PER EREDITÀ CONTESA TRA 11 FRATELLI

A prendere la parola e cercare di fare chiarezza rispetto all’incredibile vicenda avvenuta a Gravina di Puglia, una delle figlie dell’anziana madre: “Se il prete voleva fare da paciere, perchè ha escluso tutti gli altri dall’eredità? Che interesse aveva lui? Disse che se non firmavano sarebbe arrivato il sequestro, anche se il giudice sciolse poi lo sciolse” Da 14 anni, a detta della famiglia di Vito, tutti loro starebbero passando un vero e proprio inferno. “Vogliamo giustizia e pace nella vostra famiglia. Doveva mettere pace in famiglia, non la guerra”, hanno aggiunto oggi in diretta tv. Vito ha quindi spiegato di essersi recato lo scorso dicembre in chiesa per chiedere spiegazioni e convincere il prete a strappare quelle carte, ma a quel punto sarebbe stato picchiato dal fratello. “E’ un assassino quel maledetto prete, perchè il Papa non li manda in campagna?”, ha aggiunto adirato l’uomo. La sorella ha spiegato che la famiglia avrebbe inviato a Papa Francesco due missive, compresa la denuncia di Vito. L’inviato di Pomeriggio 5 ha poi raggiunto Don Saverio telefonicamente, il quale ha smentito il suo coinvolgimento spiegando: “hanno mentito, io non c’ero proprio. Non ero presente, il video è in mano alla procura. Dal video si evince l’assenza totale del sacerdote, l’occhio è stato artefatto. Feci da paciere alla presenza dei due legali, non ho mai avuto un centesimo, l’ho fatto per l’armonia della famiglia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA