Gessica Lattuca scomparsa, proseguono le indagini/ E spunta il giallo del profilo falso su Facebook

- Silvana Palazzo

Gessica Lattuca scomparsa, proseguono le indagini e spunta il giallo del profilo falso su Facebook. Le ultime notizie sulla giovane mamma di Favara

jessica_lattuca_mamma_scomparsa_favara_facebook_2018
Gessica Lattuca, madre scomparsa a Favara

La scomparsa di Gessica Lattuca resta ancora un mistero, ma per qualche minuto sua madre ha sperato nel miracolo. Sembrava un segno di vita della figlia, sparita dallo scorso agosto, senza lasciare alcuna traccia dietro di sé. È spuntato un profilo Facebook riconducibile alla 27enne di Favara, con la foto della giovane mamma insieme a una bambina. È stato aggiornato alle 6.32 del 19 novembre scorso. Questo è bastato per credere in un segnale dell’esistenza della donna. Ma così come è stata rapida la speranza di un miracolo, altrettanto veloce è stata la delusione, visto che quel profilo Facebook è stato accertato essere falso. Stando a quanto riportato da La Sicilia, qualche mascalzone infatti ha pensato di creare un contatto social falso, chissà per quale motivo. Quel profilo aggiornato con la foto di Gessica Lattuca sorridente è stato un fugace momento di speranza per chi crede nel ritorno della giovane.

GESSICA LATTUCA SCOMPARSA, PROSEGUONO LE INDAGINI

Sulla scomparsa di Gessica Lattuca gli inquirenti starebbero brancolando nel buio. Ne parla La Sicilia, secondo cui starebbero tentando terreni d’indagine molto diversi, su tutti quello dei ricatti sessuali nell’ambito del degrado sociale che si registra in parte del tessuto sociale di Favara, e non solo. Non è un caso che nei giorni scorsi i carabinieri abbiano rastrellato alcune casa a Villaseta, senza però trovare alcuna traccia della ragazza. Si attende ora l’identificazione dell’autore del profilo social falso, intanto l’avvocato Salvatore Cusumano, legale del compagno della ragazza scomparsa, Filippo Russotto, ha presentato giorni fa un’istanza alla Procura di Agrigento per conoscere a che punto sia lo stato del procedimento in corso a carico proprio dell’uomo. Lo scopo è sapere se sia ancora indagato e se sì per quale ipotesi di reato. Nelle scorse settimane gli sono stati restituiti tutti i beni sequestrati nei mesi scorsi a scopo d’indagine.



© RIPRODUZIONE RISERVATA