Vibo Valentia, bimba di 11 anni costretta a vivere nel degrado/ Madre 32enne deferita dalla procura

- Davide Giancristofaro Alberti

Vibo Valentia, bimba di 11 anni costretta a vivere nel degrado/ Madre 32enne deferita dalla procura: figlia allontanata

Vibo Valentia, bimba di 11 anni costretta a vivere fra i rifiuti
Un'immagine della casa (Carabinieri)

Degrado a Vibo Valentia dove una bambina di appena 11 anni viveva con la madre in un appartamento privo di qualsiasi norma igienica. L’episodio ci giunge precisamente da Filogaso, nel vibonese, dove i carabinieri della stazione di Maierato sono stato costretti ad intervenire a seguito della segnalazione da parte dei vicini della casa incriminata. All’interno è stata trovata una donna di 32 anni e la figlia di anni 11, e l’alloggio è stato rinvenuto in condizioni igienico-sanitarie a dir poco imbarazzanti, senza illuminazione, con servizi igienici sepolti da escrementi e rifiuti, sporcizia sul pavimento, arredamenti con immondizia, camere da letto inagibili che sembravano delle discariche, e in generale, spazzatura in ogni angolo della casa, con i mobili letteralmente sepolti e pressoché irriconoscibili. Subito dopo l’ispezione choc, i carabinieri hanno fatto partire la segnalazione al tribunale per i minorenni di Catanzaro, che ha tolto la bambina alla madre, disponendone l’affido temporaneo alla zia.

VIBO VALENTIA: BIMBA DI 11 ANNI COSTRETTA A VIVERE NEL DEGRADO

Subito dopo l’allontanamento della minore, è stato disposto l’intervento di personale specializzato che ha disinfestato l’abitazione, ripristinandola. La madre è stata invece deferita alla locale Procura della Repubblica per maltrattamenti contro i familiari e per violazione degli obblighi di assistenza familiare, ed ora è tornata a vivere con la famiglia. La madre si era recentemente separata dal marito che nel frattempo si era trasferito al nord per lavorare. Stando alle indiscrezioni emerse pare che la mamma della bimba di 11 anni avesse sofferto spesso e volentieri in passato di crisi depressive, e non è da escludere che negli ultimi mesi sia riemersa la malattia che abbia mandato in “tilt” la donna. La madre verrà ora seguita dagli psicologi che cercheranno di capire il perché di tale situazione di degrado e nel contempo proveranno a farla re-inserire nel miglior modo nella società. I vicini della donna, intervistati da Storie Italiane su Rai Uno, si sono detti stupiti da quanto accaduto: «Sono rimasto stupito, non ci siamo mai accorti», dicono, e ancora «Non avevamo notato niente di strano. Gli odori si sentivano ma non potevi mai pensare che arrivavano dalla casa. Non aveva mai dato sospetti», e di nuovo «Sua figlia l’ho praticamente cresciuta, andava insieme alla mia a scuola. Bambina ben vestita, pettinata, curata, aveva i giochi come gli altri bimbi». Un caso molto simile a quanto accaduto lo scorso novembre ad Anzio, dove venne scoperta una casa piena di sporcizia con all’interno una mamma e le sue 4 figlie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA