RAPINA A PORTAVALORI: USATO UN KALASHNIKOV/ Cologno Monzese, guardia giurata spara in aria: banditi in fuga

Rapina a portavalori: usato un kalashnikov. Cologno Monzese, tre banditi neutralizzano le guardie giurate: una di questa spara in aria, ma i banditi…

05.01.2019 - Dario D'Angelo
Immagini di repertorio, furgone portavalori (LaPresse, 2019)
Immagini di repertorio, furgone portavalori (LaPresse, 2019)

Scene da film questa mattina a Cologno Monzese, dove tre banditi hanno preso d’assalto il un furgone portavalori di due guardie giurate che avevano appena prelevato l’incasso del supermercato Eurospin. Un’azione studiata nei minimi dettagli dai criminali, uno dei quali imbracciava addirittura un kalashnikov, mentre gli altri due hanno minacciato gli agenti con delle pistole. E’ possibile si tratti di una banda di professionisti, se è vero che i tre non hanno vacillato neanche ai tre colpi d’arma da fuoco esplosi in aria da una delle guardie giurate, che ha tentato in questo modo di mettere di mettere in fuga i malviventi senza andare incontro ad un conflitto a fuoco. Così evidentemente non è stato, come riportato da Il Mattino, dal momento che i rapinatori non hanno desistito e si sono impossessati della sacca fuggendo per i campi.

RAPINA A PORTAVALORI: USATO UN KALASHNIKOV

Sono stati attimi di tensione pura all’esterno del supermercato Eurospin di Cologno Monzese, dove il commando armato di pistole e kalashnikov è entrato in azione prendendo d’assalto un furgone portavalori. La cifra sottratta alle guardie giurate è stata quantificata in circa 20mila euro. Sulle tracce dei banditi, fuggiti per i campi, ci sono i carabinieri, intervenuti sul posto nel giro di pochi minuti dall’accaduto. Secondo quanto riportato da Sky Tg24, prima di darsi alla fuga, però, i rapinatori si sono impossessati della pistola di una delle guardie giurate che avevano provveduto a neutralizzare. Le indagini per dare un volto ai malviventi sono state avviate e sono in corso. La sensazione è che potesse finire molto peggio: il rischio di un conflitto a fuoco, con annessi rischi del caso, tra banditi e guardie è stato altissimo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA