Roma, ragazzo accoltellato fuori da un locale dopo lite/ Fermati due giovani, uno rimasto ferito

Accoltellato fuori da un locale in centro a Roma: fermati due ragazzi, incastrati dalle telecamere. Rimasto ferito anche uno degli aggressori

10.02.2019 - Emanuela Longo
Ucciso nel sonno da moglie e figli
Ucciso nel sonno da moglie e figli (Pixabay)

Nuova aggressione a Roma nella notte tra venerdì e sabato, con vittima un giovane ragazzo. La notizia arriva a pochi giorni dal ferimento del nuotatore 19enne Manuel Bortuzzo, ferito all’Axa lo scorso fine settimana con un colpo di pistola che purtroppo gli ha tolto per sempre la possibilità di poter camminare (sebbene sia il giovane che la sua famiglia non smettano di sperare). Ancor prima era stato registrato un altro fatto drammatico con l’investimento di due buttafuori all’esterno della discoteca Qube. La nuova aggressione è avvenuta nel cuore della movida Capitolina: la vittima è stata accoltellata al culmine di una lite avvenuta all’uscita di un locale del centro. A riportare la notizia è SkyTg24 secondo il quale la polizia avrebbe già rintracciato e posto in stato di fermo due ragazzi romani rispettivamente di 24 e 25 anni. Secondo quanto accertato, la vittima dell’aggressione sarebbe stata prontamente soccorsa ma fortunatamente non sarebbe in gravi condizioni poichè avrebbe riportato lesioni guaribili in 20 giorni.

ACCOLTELLATO A ROMA: 2 FERMI

Non è chiara l’età del giovane accoltellato la notte tra venerdì e sabato all’uscita di un locale del centro di Roma. Di certo è che la polizia ha risposto con prontezza all’allarme intervenendo in via San Nicola da Tolentino, zona Piazza Barberini. Qui gli agenti avrebbero subito trovato tracce di sangue in una strada limitrofa. La ricostruzione di quanto accaduto è stata resa possibile solo grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza ed i rilievi della polizia scientifica intervenuta sul posto. Da ciò è emerso che a restare coinvolto nell’aggressione, venendo anche lui accoltellato, oltre al giovane è stato anche uno dei responsabili. La polizia ha così setacciato gli ospedali della Capitale fino a rintracciare il 24enne. Quest’ultimo aveva dichiarato ai medici di essere inciampato e subito dopo dimesso. Nella sua abitazione è poi stati trovati, in un sacco della spazzatura, i suoi vestiti intrisi di sangue. Il suo complice 25enne, invece, è stato rintracciato grazie ad alcuni messaggi su Whatsapp scambiati con l’altro ragazzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA