Sventa rapina in supermercato: immigrato assunto/ “Premio al coraggio di Richard”

- Emanuela Longo

Sventa rapina in supermercato: Richard, immigrato nigeriano assunto. Il titolare “Premio al coraggio, ora parte della nostra famiglia”, la targa del sindaco

Extracomunitario assunto dopo aver sventato rapina
Extracomunitario assunto dopo aver sventato rapina (I Fatti Vostri)

Nei giorni scorsi tra le varie notizie di cronaca è riuscita a farsi spazio anche una storia finita a lieto fine e che ha visto protagonista il coraggio di un extracomunitario. Teatro della vicenda è Gallipoli, nota località balneare del Salento: qui l’extracomunitario si è reso doppiamente utile. Oltre a dare una mano ai clienti di un supermercato, è riuscito a sventare una rapina intervenendo con coraggio e bloccando il rapinatore dopo una colluttazione, fino all’arrivo della polizia. Un gesto certamente di grande altruismo che si va ad inserire in questo clima di paura che ultimamente aleggia sempre di più nel nostro Paese, soprattutto nei confronti dello straniero. A raccontare la storia è stato il proprietario del supermercato, il signor Mauro Gaetani, intervenuto oggi alla trasmissione I Fatti Vostri. In collegamento con la trasmissione di Raidue, anche il vero protagonista-eroe, l’immigrato nigeriano, Richard, insieme ad un altro dipendente del supermercato di Gallipoli dove è stato assunto dopo il suo gesto. Richard, il cui italiano è ancora incerto, ha raccontato di essersi trovato lo scorso sabato davanti a un ragazzo armato di pistola mentre la puntava alla testa di una cassiera. Lui era fuori ma è riuscito a bloccarlo immediatamente, tenendolo fermo a terra all’0ingresso del supermercato, salvando così anche il bottino di appena 500 euro. “Richard ha visto puntare la pistola a una cassiera, una ragazza del posto, ed ha avuto il coraggio e la lucidità per bloccarlo”, ha commentato il titolare in studio.

SVENTA RAPINA, IMMIGRATO ASSUNTO: PREMIO DEL TITOLARE E DEL SINDACO

Fino all’arrivo della polizia, Richard insieme ad altri dipendenti del supermercato di Gallipoli sono riusciti a bloccare il malvivente che nel frattempo aveva anche tentato di reagire con violenza. Il rapinatore sarebbe finito in ospedale prima di finire in carcere. L’immigrato è intervenuto a suo rischio e pericolo senza sapere se il rapinatore avesse o meno un complice ad attenderlo fuori e se l’arma usata fosse vera (si sarebbe saputo più tardi che si trattava di un’arma finta). “Uno rischia la propria vita per soldi che non sono suoi, quindi si è sentito partecipe anche con la gente del posto”, ha commentato ancora il titolare che lo ha definito un ragazzo molto educato al quale l’intera comunità è molto affezionato. “Ogni mattina lo incontravo davanti al punto vendita ma chiedeva sempre il permesso di poter stare”, ha aggiunto. Dopo il gesto altruista dell’uomo, è arrivato sul momento la scelta del titolare altrettanto generosa: “Abbiamo deciso di assumerlo, formarlo. E’ un premio al coraggio ma anche per aver difeso qualcosa che sente suo, pur non essendolo. Non solo il negozio ma anche i dipendenti li sente suoi amici e per questo abbiamo deciso di farlo entrare in questa famiglia per lavorare”. Richard è già stato al centro per l’impiego e insieme al titolare è stata fatta l’iscrizione anagrafica ma sono necessari ora altri passaggi burocratici prima dell’assunzione vera e propria. “Spero che le autorità possano esserci d’aiuto”, ha spiegato Gaetani. L’intera città è rimasta impressionata dal coraggio di Richard e per questo hanno effettuato un gesto di riconoscenza nei suoi confronti. Il sindaco di Gallipoli ha così deciso di premiare in diretta tv il ragazzo. Un gesto per la riconoscenza nei suoi confronti. “Ha dimostrato che il suo senso civico è forte ed ha dato una mano importante perchè si era scatenata una grande paura nel supermercato e intorno ed ha avuto questo riflesso senza pensare alle conseguenze, fermando il rapinatore e risolvendo una situazione difficile. Per questo Gallipoli gli è grata”, ha aggiunto il primo cittadino, Stefano Minerva.



© RIPRODUZIONE RISERVATA