Omicidio Stefania Crotti/ Il marito: “Mia figlia sa che è stata Chiara Alessandri”

- Silvana Palazzo

Omicidio Stefania Crotti, parla il marito Stefano Del Bello: “Mia figlia sa che l’assassina Chiara Alessandri”. E su quel messaggio vocale spiega…

stefano del bello stefania crotti
Stefania Crotti con il marito Stefano Del Bello e la figlia (foto dal web)

Deve farsi forza per Martina, ma un giorno Stefano Del Bello dovrà spiegarle perché sua madre Stefania Crotti è morta, uccisa a martellate il 17 gennaio scorso da Chiara Alessandri. Che sia stata la sua ex amante a uccidere la mamma lo sa già la bambina di 7 anni. «Sa il nome di quella persona, il nome di chi le ha portato via la mamma». La donna con cui ha avuto una breve relazione, che aveva lasciato per tornare con la moglie Stefania Crotti e sua figlia. «Non ha voluto saperlo da me, però lo sa», ha raccontato il vedovo a Il Giorno. Ha raccontato che a marzo tornerà a lavorare in una ditta di materiale elettrico a Calcinato. «Vedrò come, mi regolerò secondo le esigenze della bambina, secondo come si troverà con i nonni. Adesso è con me tutti i giorni, per tutto il giorno». La loro vita è cambiata completamente da quel giorno, dall’omicidio di Stefania Crotti, ma lo conforta la solidarietà del paese e degli altri genitori. «Martina ha passato tre pomeriggi in casa di tre amichette diverse. Stasera si ferma a dormire da un’altra amica. Dice che fanno un “pigiama party”», ha aggiunto Stefano Del Bello.

OMICIDIO STEFANIA CROTTI, IL MARITO PARLA DI CHIARA ALESSANDRI

Ora vorrebbe farsi un tatuaggio come quello che aveva la moglie Stefania Crotti. “Believe” (“Credi”). Intanto commenta quel messaggio vocale che ha ricevuto all’inizio di novembre dello scorso anno. Quel messaggio inviato da Chiara Alessandri, dal profilo Facebook di un’amica, nel quale conferma di non essersi rassegnata alla fine della loro storia. Insisteva per un incontro e un confronto. Ma voleva anche che l’ex amante si allontanasse dall’ambiente scolastico: Stefano Del Bello è rappresentate della classe di Martina, mentre lei era nel consiglio d’istituto. «L’ho bloccata subito. Perché avrei dovuto lasciare? Lasciasse lei. Anche Stefania mi diceva di continuare, vedeva che lo facevo volentieri, mi piaceva», ha dichiarato a Il Giorno. E poi sui messaggi, spiega che ne aveva ricevuti fino ad agosto. «Pensavo che avesse smesso. Poi ho capito che stava maturando il suo odio. Sono convinto che abbia colpito Stefania per fare del male a me». Ieri intanto Chiara Alessandri, arrestata per l’omicidio di Gorlago, ha ricevuto nel carcere bresciano di Verziano la visita della madre e dell’avvocato difensore Gianfranco Ceci.



© RIPRODUZIONE RISERVATA