Maria Sestina Arcuri, spinta dalle scale o scivolata?/ Le indiscrezioni sull’autopsia

- Emanuela Longo

Maria Sestina Arcuri, la sua morte avvolta nel mistero: spinta dalle scale o scivolata? Le indiscrezioni sull'autopsia e i dubbi sul fidanzato

Maria Sestina Arcuri Maria Sestina Arcuri (foto da Twitter, 2019)

Una morte sospetta quella di Maria Sestina Arcuri su cui potrebbero fare luce i primi risultati dell’autopsia. Intanto arrivano le prime indiscrezioni dalle indagini sulla morte della giovane di Ronciglione. La nonna avrebbe visto la caduta: ha raccontato di aver visto il nipote e la ragazza scivolare. Andrea Landolfi ha raccontato che Maria Sestina si era ingelosita per degli sguardi ad una cameriera. Lui allora tornando a casa avrebbe provato a rassicurare la fidanzata anche con un abbraccio, ma da un movimento brusco sarebbe nata la caduta. Questa è almeno la versione del ragazzo, che però alle 2 ha avvertito la zia anziché chiamare subito i soccorsi. Sono arrivate le prime indiscrezioni dall’autopsia: sono stati trovati altri segni sul corpo di Maria Sestina e che la morte sia compatibile con le conseguenze di una caduta. Quel che va chiarito però è se sia scivolata o se sia stata spinta. Domande che si fa anche Caterina Acciardi, mamma della vittima: «Andrea? Dopo la morte di Sestina non l’ho sentito. Non riesco a capire cosa sia successo. Perché ha chiamato i soccorsi dopo cinque ore? Doveva portarla subito al pronto soccorso. Lui lo sa che è una cosa grave…». La nonna era l’unica persona presente in casa e infatti sarà chiamata a fornire la sua versione: «Lei sa tutto. Ha sentito qualcosa? Lei può raccontare. Solo Andrea e sua nonna possono dirci la verità. Signora Mirella, per favore, diteci cosa è successo», l’appello della mamma di Maria Sestina Arcuri. La donna chiede ad Andrea di raccontare la verità ma non è disposta a perdonarlo. (agg. di Silvana Palazzo)

CADUTA DALLE SCALE? LA MADRE “IMPOSSIBILE!”

Continua il giallo attorno alla morte della giovane Maria Sestina Arcuri, morta lo scorso 6 febbraio dopo una caduta dalle scale al primo piano dell’appartamento della nonna del fidanzato, a Ronciglione. La madre della ragazza non riesce a darsi pace ma non crede affatto ad un semplice incidente, come affidato ai microfoni della trasmissione Chi l’ha visto: “Voglio sapere cosa è successo quella notte, è impossibile che mia figlia sia caduta dalle scale”. Caterina Acciardi, mamma della vittima, ha spiegato quanto la ragazza fosse felice nell’ultimo periodo: “Mia figlia amava molto il suo lavoro, aveva realizzato il suo sogno professionale con tanti sacrifici e si sentiva molto soddisfatta”. Eppure quel rapporto con Andrea, il fidanzato conosciuto da poco nella Capitale, le aveva messo qualche dubbio: “Andrea in meno di due mesi di fidanzamento aveva già chiaro in mente un progetto di vita con lei, mentre mia figlia andava cauta”, ha spiegato. La donna ha poi commentato anche le ferite che per i medici non sarebbero compatibili con la caduta, spiegando come i lividi fossero presenti solo sul viso e sulla testa di Sestina ma non sul restante corpo: “questa è una delle cose che ci ha fatto insospettire”, ha aggiunto. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ANCORA MISTERO SULLA MORTE

La misteriosa morte di Maria Sestina Arcuri, la giovane 25enne calabrese caduta dalle scale lo scorso 5 febbraio, resta ancora avvolta nel mistero. Il caso sarà al centro della nuova puntata di oggi di Quarto Grado che accenderà i riflettori sul giallo apparentemente senza soluzione. La ragazza di Nocara si era trasferita a Roma dove sognava di diventare una talentuosa parrucchiera. Attorno alla tragedia avvenuta a Ronciglione, però, resta al momento un assordante silenzio. Si è trattato davvero di un terribile incidente? O dietro questa reticenza si nasconde qualcosa di molto più grave? La posizione del fidanzato Andrea Landolfi resta ancora tutta da chiarire. Il nome del ragazzo è attualmente iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio volontario. La versione fornita dal ragazzo agli inquirenti però, evidenzia una immane tragedia avvenuta all’improvviso in un clima tutt’altro che teso: secondo il suo racconto, Maria Sestina sarebbe caduta mentre si trovava insieme a lui in cima alle scale, in seguito ad un abbraccio. Prima della tragedia, i due avevano trascorso la serata in un pub: “Una serata normale. Poi, al ritorno a casa da mia nonna, quella maledetta caduta dalle scale. Sembrava superata ma durante la notte è stata male…”, aveva raccontato il giovane. La 26enne era morta dopo essere giunta in ospedale in condizioni disperate.

TROPPE RETICENZE

C’è il passato del fidanzato di Maria Sestina Arcuri al centro delle indagini per la morte della ragazza. La sua ricostruzione, come spiega Telemia.it, non avrebbe affatto convinto gli inquirenti ed ancor prima i medici dell’ospedale di Belcolle, nel Viterbese. Maria Sestina, al suo arrivo, presentava un ematoma sospetto. Ferite non compatibili con una caduta dalle scale. Il fidanzato Andrea, 30 anni, ha alle spalle un figlio nato da una precedente relazione ed un matrimonio. Fa riflettere la sua passione per il pugilato ma soprattutto una passata denuncia nei suoi confronti per maltrattamenti da parte della sua ex e della quale, a quanto pare, anche Sestina era a conoscenza. Negli ultimi giorni, mentre si attende una svolta sul piano delle indagini, a fare da sfondo è stato il silenzio della famiglia del giovane indagato e dei suoi amici. C’è chi potrebbe fare luce sul giallo ma preferisce tacere? Una domanda lecita a due settimane dalla morte della 25enne. In difesa ed a favore del ragazzo resta la testimonianza della nonna 80enne, proprietaria dell’appartamento teatro della tragedia, secondo la quale si sarebbe trattato di una caduta accidentale.

PESA IL PASSATO DEL FIDANZATO

Delle continue e ripetute prepotenze fisiche che Andrea avrebbe avuto nei confronti della sua ex, Maria Sestina ne era pienamente a conoscenza. Era stato lui stesso a renderle note così come le denunce ed il processo e la giovane 25enne avrebbe voluto saperne di più. Ma, come rammenta Corriere di Viterbo citando la trasmissione di Raitre, Chi l’ha visto, un episodio di violenza da parte di Andrea si era verificato anche a Natale, stando al racconto del fratello di Sestina. Nei mesi scorsi lei lo aveva portato a conoscere la famiglia ma il 30enne avrebbe aggredito verbalmente alcuni amici di infanzia della ragazza. Secondo quanto emerso, anche la sera della morte ci sarebbero stati dei diverbi tra i due fidanzati per questioni di gelosia a causa di uno sguardo di troppo che Andrea avrebbe riservato alla cameriera del pub in cui avevano trascorso la serata a Ronciglione. E’ possibile che Sestina abbia tentato di aiutare Andrea senza tuttavia riuscirci, restando vittima dei suoi modi aggressivi? Il suo passato certamente pesa ed ora i genitori della giovane vogliono fare chiarezza totale su quanto accaduto nelle passate settimane.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie